Meteo, l’anticiclone africano continua a rinforzarsi: caldo eccezionale in Italia

Un caldo eccezionale continua ad avvolgere la penisola italiana. Il meteo continua ad essere caratterizzato dall’anticiclone africano.

La situazione meteorologica sulla penisola italiana continua ad essere caratterizzato da un grande caldo. Infatti l’anticiclone non si arresta ed le correnti rovente continuano a far alzare le temperature: tutti i dettagli.

Meteo
Non si arresta il caldo sulla penisola (via Pixabay)

Brutte notizie per tutti coloro che stanno programmando il Ponte di Halloween e Ognissanti (da Sabato 29 Ottobre a Martedì 1° Novembre). Infatti sulla penisola arriverà un’anticiclone africano come non lo avete mai visto. Sarà quindi tempo di terza Ottobrata in grado di portare un gran caldo sull’Italia. Stando ai trend previsionali si prospetta un’anticiclone africano dominante non solo su tutto il territorio italiano, ma anche su gran parte del Mediterraneo occidentale (Francia e Spagna) e su quasi tutta l’Europa.

Avremo quindi temperature a dir poco estive, visto che la colonnina di mercurio potrebbe salire fino a 27/29°C in diverse città italiane. Unica nota stonata, il possibile ritorno delle nebbie, localmente anche molto intense che andranno a ridurre la visibilità sui settori della Val Padana ed alcune aree interne della Toscana. La fiammata africana quindi tornerà a colpire in pieno la penisola. Il nuovo anticiclone africano, inoltre, accompagnerà il paese fino al 4/5 Novembre prendendo il nome di Novembrata.

Meteo, si rinforza l’anticiclone africano: tutte le previsioni

Meteo
Cambia ancora la situazione meteorologica sulla penisola (Via Pixabay)

La pressione torna a rinforzarsi sulla penisola italiana a causa di una nuova avvezione di aria calda che dal Marocco risalirà verso Spagna, Baleari, Francia e Italia. Una situazione che cambierà poco al Centro-Sud visto che la situazione è già stabile, mentre invece al Nord tornerà il caldo, con le precipitazioni che abbandoneranno anche le vette montuose. L’unico disturbo sarà presentato da un po’ di nuvolosità bassa e qualche foschia o nebbia al mattino nelle valli e in Pianura Padana. Scopriamo cosa sta succedendo sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo cielo poco nuvoloso, salvo banchi di nebbia localmente fitti al primo mattino sulle basse pianure lungo il Po. Altrove non ci sarà ancora nessun disturbo. Le temperature risulteranno stabili, e le massimi andranno dai 21 ai 25 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo cielo sereno o poco nuvoloso. Non mancheranno nemmeno nuvole basse e o locali nebbie al primo mattino tra Toscana, Umbria e alto Lazio. Queste saranno poi in dissolvimento nel corso della giornata. Le temperature faranno registrare un ulteriore aumento, con massime che oscilleranno dai 22 ai 27 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo cielo sereno o poco nuvoloso salvo velature di passaggio, specie in Sardegna. Qui i valori termici saranno stazionarie o in lieve calo, con valori massimi che oscilleranno dai 24 ai 28 gradi.