Denise Pipitone scomparsa, nuovo colpo di scena: “Non ne sapevo nulla”

Denise Pipitone scomparsa, nuovo colpo di scena: “Non ne sapevo nulla”. Si complica tutto, arrivare ad una verità è veramente difficile

Sembra destino ma è anche un dato di fatto. Ogni volta che la scomparsa di Denise Pipitone arriva in un’aula di tribunale succede sempre qualcosa che scombina le carte e cancella ipotesi che invece sembravano chiare. Sta succedendo anche nel processo che vede imputata a Marsala l’ex pm Maria Angioni.

Denise Pipitone scomparsa, nuovo colpo di scena (ANSA)

L’ex magistrato, che nel 2005 aveva indagato sulla sparizione di Denise da Mazara del Vallo, è imputata con l’accusa di false informazioni a pubblico ministero. A distanza di anni aveva denunciato depistaggi nell’inchiesta, ma è finita in aula con il sospetto di aver mentito in più circostanze ai colleghi di Marsala.

Uno dei punti oscuri è legato all’esistenza di una telecamera di sorveglianza che avrebbe potuto intercettare le conversazioni di Jessica Pulizzi, sorellastra della babina scomparsa (hanno lo stesso padre). Secondo Angioni sarebbe stata disattivata dalla polizia dolosamente e al processo, come teste della difesa, ha deposto l’ex maresciallo dei carabinieri Francesco Lombardo che all’epoca era a capo della polizia giudiziaria.

Lombardo nel 2021  lavorava come consulente allo studio dell’avvocato Giacomo Frazzitta, lo storico legale di Piera Maggio. E ad aprile inviò un messaggio alla Angioni spiegando che esisteva una seconda telecamera posizionata in via Pirandello, ma il suo utilizzo non era stato prorogato.

Un messaggio finito agli atti del processo ma durante il controesame, come riporta ‘La Repubblica’ Lombardo ha ammesso di non sapere nulla della seconda telecamera. Quelle informazioni sarebbero state riferite in maniera errata alla Angioni dopo aver letto alcune carte dello studio Frazzitta che però non è riuscito a indicare.

Denise Pipitone scomparsa, nuovo colpo di scena: un compleanno speciale

Il 26 ottobre però Denise Pipitone avrebbe, ma secondo la famiglia che spera sempre di rivederla ha effettivamente, compiuto 22 anni. Diciotto di questi li ha passati lontano dai suoi cari, da quel 1° settembre 2004 che ha cambiato per sempre la vita della famiglia di origine.

Nessuno però l’ha dimenticata e lo dimostrano gli auguri arrivati sui social a quella bambina che oggi è diventata donna: “18 anni dalla tua assenza, senza coccole e abbracci. Denise sei nel cuore di chi ti ama veramente. Buon Compleanno Denise, ovunque tu sia La tua famiglia Papà Pietro & Mamma Piera Kevin & Brigitte”, si legge nel messaggio.

(Facebook)

Tutte le inchieste però finora si sono arenate, nessuna Procura al momento sta indagando e anche la commissione parlamentare sulla vicenda si è arenata prima di nascere. Ma Piera Maggio e la sua famiglia non mollano.