Allegri, è finita: ribaltone Juventus! Già contattato il sostituto

Tutto ormai deciso in casa Juventus. Allegri sempre più sulla graticola e gli ultimi retroscena parlano di un sostituto già contattato

Momento a dir poco grigio in casa Juventus. In particolare per il primo responsabile tecnico della squadra: mister Massimiliano Allegri, finito sulla graticola dopo l’eliminazione shock dalla Champions League.

allegri
Massimiliano Allegri (Ansa foto)

E’ la prima volta in carriera che Allegri esce già nella fase a gironi di Champions, retrocedendo all’Europa League. Il tutto si mischia con la partenza zoppicante in campionato della sua Juve, a ben 10 punti di ritardo dal Napoli capolista in Serie A.

Allegri ora rischia. La dirigenza della Juventus non può più nascondersi: verranno fatte valutazioni precise per quanto riguarda la posizione dell’allenatore toscano, criticato sia per i risultati troppo altalenanti, sia per il gioco non brillante espresso dai suoi.

Juventus, momenti di riflessione: Allegri alla prova del nove, già pronto il sostituto

Come sostiene oggi il quotidiano sportivo Tuttosport, la situazione di Allegri è sempre più critica. La Juventus al momento non vuole ancora prendere in considerazione un esonero, che sarebbe soluzione definitiva e costosa.

Ma l’ex allenatore del Milan deve stare attento ed invertire la rotta. Le prossime partite prima della sosta per i Mondiali saranno decisive. Gli scontri sulla carta durissimi contro Lecce, Paris St. Germain, Inter, Verona e Lazio saranno gli esami finali per Allegri.

La speranza della dirigenza e dei tifosi è che la Juve, somatizzata l’eliminazione in Champions League, possa focalizzarsi sul campionato e risalire posizioni, magari battendo i rivali dell’Inter nello scontro diretto del 6 novembre all’Allianz Stadium.

Allegri in Benfica-Juventus (Ansa foto)

In questo caso Allegri verrebbe certamente riconfermato ed avrebbe la possibilità, durante la sosta per il Mondiale in Qatar, di ricaricare le batterie e riprendere in mano il controllo della squadra con tutta calma, in vista della ripresa a gennaio.

In caso invece di risultati nel complesso negativi e deludenti, la dirigenza juventina potrebbe seriamente optare per una sostituzione in panchina. Allegri lascerebbe il posto non ad un altro top (come Zidane o Pochettino), bensì ad una soluzione interna e futuribile. Paolo Montero, ex difensore ed attuale tecnico dell’Under-23, resta la scelta primaria per terminare la stagione.