Caro-carburante e carenza di materie prime: cominciano a mancare i farmaci

All'appello mancano "paracetamolo, antidepressivi, antibiotici. L'attenzione è alta per la carenza di ibuprofene".

Medicinali (generica) - Foto di Ansa Foto
Medicinali (generica) – Foto di Ansa Foto

La crisi internazionale colpisce anche il sistema sanitario: c’è carenza di medicinali nelle farmacie. All’appello ne mancherebbero oltre 3mila all’appello, sulla base degli ultimi dati forniti dall’Aifa. Si parla sia di carenze che di indisponibilità.

Una delle cause è la mancanza di materie prime per produrre flaconi e tappi (alluminio, vetro, plastica per il confezionamento), ma anche la mancanza e il prezzo del carburante necessario per il trasporto e il rifornimento. “Sono diverse problematiche che si accavallano”, ha spiegato a Rai News Marco Cossolo, presidente nazionale di Federfarma.

Alcuni medicinali iperutilizzati durante la pandemia

Un’altra causa, la principale, spiega, è stato il Covid: “Per alcune categorie di medicinali c’è stato un iper utilizzo soprattutto nella prima fase del trattamento del Covid-19, come per il paracetamolo”.

I prezzi in Italia più bassi

Un ulteriore aspetto è “il disallineamento del prezzo dei farmaci in Italia rispetto agli altri Paesi (il nostro Sistema Sanitario Nazionale ci consente di acquistare i medicinali ad un prezzo più basso rispetto agli altri Paesi) che potrebbe aver determinato problemi di approvvigionamento”. 

Quali medicine mancano, ma si può sempre acquistare un generico

All’appello mancano “paracetamolo, antidepressivi, antibiotici. L’attenzione è alta per la carenza di ibuprofene, soprattutto di quello da 600 e 800 e problemi di approvvigionamento per la versione in sciroppo”, aggiunge Cossolo che aggiunge: “Nella maggior parte dei casi si può comunque acquistare un generico“. 

Come si sono attivate le farmacie

Le farmacie si sono subito attivate ed hanno risposto prontamente per sopperire alla mancanza dei medicinali”, spiega ancora il presidente di Federfarma a Rai News. “Hanno contribuito con le preparazioni galeniche, come nel caso dell’ibuprofene per uso pediatrico, allestito dal farmacista e acquistato dai cittadini senza la necessità di ricetta manica. La galenica si conferma un’attività fondamentale del farmacista per non far mancare ai pazienti i medicinali di cui hanno bisogno”.