Giorno della fiducia alla Camera: Meloni presenta il manifesto programmatico

Shawn Crowly, incaricato Affari ad Interim dell'ambasciata Usa, assiste al discorso alla Camera.

Giorgia Meloni - Foto di Ansa Foto
Giorgia Meloni – Foto di Ansa Foto

L’appuntamento era alle 11 a Montecitorio: la presidente del Consiglio Giorgia Meloni si è presentata in Parlamento per la prima volta per il manifesto programmatico del suo governo.

Alle 12.30 si recherà in Senato per la consegna del testo delle dichiarazioni. La Camera dei Deputati oggi voterà la fiducia, mentre domani toccherà a Palazzo Madama. Con il suo discorso, hanno spiegato fonti di Palazzo Chigi, la premier vorrà “tracciare un manifesto programmatico che ambisce ad essere la base di lavoro di un’intera legislatura”. 

Quello di Meloni sarà un governo “fortemente politico” che ha l’ambizione di durare cinque anni. La premier farà un discorso di “ampio respiro“, che toccherà tutti i temi fondamentali, dalla condanna alla guerra in Ucraina, ai rapporti con l’Europa, fino alla crisi energetica, le donne e i diritti.

Domani esporrò le linee programmatiche del Governo alla Camera dei Deputati e successivamente consegnerò il testo del discorso al Senato. Un passaggio fondamentale nel quale chiederemo la fiducia al Parlamento”, ha scritto sui social Giorgia Meloni ieri sera.

Crowly assisterà al discoro di Meloni alla Camera

Shawn Crowly, incaricato Affari ad Interim dell’ambasciata Usa, è già arrivato alla Camera per assistere al discorso.

Dallo stop alla Fornero alla pace fiscale, dalla Flat Tax al Ponte sullo Stretto, dalla difesa dei confini al contrasto al traffico di esseri umani: è tutto nel programma di governo premiato da milioni di italiani. La sinistra e i suoi giornali si rassegnino: con Giorgia e Silvio passeremo dalle parole ai fatti con buonsenso, fiducia e determinazione”. Così Matteo Salvini, vicepremier e ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.