Minaccia il suicidio rimanendo per oltre 30 ore appeso alla grata di un raccordo stradale. È quanto accaduto a Napoli, sul tratto sopraelevato che congiunge i due quartieri di Vomero e Pianura. L’uomo, un 48enne del posto, è rimasto sospeso per oltre una giornata: dalla notte di mercoledì fino a tutta la mattinata di giovedì. Sul posto, vigili del fuoco e carabinieri che hanno tentato per tutto il tempo di far desistere l’uomo dal suo intento.

Minaccia il suicidio: il salvataggio dei vigili del fuoco

Pesanti le ripercussioni sul traffico veicolare. Il tratto in questione è un’arteria fondamentale per i mezzi che si muovono tra i due quartieri di Vomero e Pianura, ma anche da chi si sposta verso Fuorigrotta, Soccavo e Bagnoli. L’uomo, dopo oltre 30 ore, era ormai allo stremo delle forze. Nel primo pomeriggio di giovedì è quasi svenuto, lasciando così la presa. I vigili del fuoco lo hanno salvato letteralmente al volo, prendendolo prima che precipitasse verso il vallone sottostante. Il 48enne è stato condotto all’ospedale del Mare per valutare le sue condizioni di salute.