Bonus patente fino a 2500 euro, ci siamo: chi sono i beneficiari

Bonus patente fino a 2500 euro, ci siamo: chi sono i beneficiari. Pubblicato finalmente sulla Gazzetta Ufficiale, ecco come funziona 

Un lungo cammino che era partito mesi con lo scopo preciso di incentivare in maniera concreta i lavoratori di un settore specifico, quello degli autotrasportatori. E ora il Bonus patente fino a 2500 euro, dedicato a categorie specifiche, è una realtà.

Bonus patente fino a 2500 euro (ANSA)

Nelle scorse ore infatti è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo della misura voluta dal governo Draghi. Uno stanziamento di 3,7 milioni per il 2022 e di 5,4 l’anno dal 2023 al 2026con un unico scopo: sostenere le spese di chi, tra i 18 e i 35 anni, decide di  prendere la patente di guida dei mezzi pesanti. Attenzione però, perché stiamo parlando di patente di tipologia C, C1, CE, C1E, D, D1, DE e D1E oppure Carta di qualificazione del conducente (Cqc).

In particolare la patente C in una scuola guida costa circa 1.200 euro, mentre chi prepara la teoria da privatista e fa solo pratica in autoscuola può pagare almeno 300-400 euro in meno. Per la Carta di Qualificazione del Conducente o CQC (obbligatoria per chi vuol fare il mestiere dell’autotrasportatore) le spese superano i 2.000 euro. Invece il costo dell’estensione E va dai 700 ai 750 euro. Ecco perché il bonus andrebbe a coprire tutte queste spese.

Bonus patente fino a 2500 euro, ci siamo: come funziona e chi può richiederlo

Il Bonus patente di presenta sotto forma di voucher e deve essere utilizzato nel periodo fino al 31 dicembre 2026 per la formazione professionale di nuovo personale. Un beneficio destinato a cittadini italiani ed europei che copre l’80 per cento della spesa sostenuta. Potrà essere richiesto solo una volta, non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non deve essere conteggiato nell’Isee.

Sarà gestito tramite la piattaforma ‘Buono patenti autotrasporto’ sul portale del Ministero delle Infrastrutture, dedicata agli aspiranti beneficiari e alle autoscuole che vorranno accreditarsi. Come per altri bonus per inoltrare domanda sarà necessario registrarsi procedendo all’autenticazione tramite Spid, Cie o Cns e dovrà essere utilizzato entro e non oltre i 60 giorni dalla sua emissione.

Come funziona il nuovo Bonus patente 2500 euro (Pixabay)

Invece entro 30 giorni dall’emissione della fattura nella quale viene riportato il valore del buono, all’autoscuola sarà liquidato il valore del voucher. Chi invece facesse il furbo, sarà cancellato immediatamente, con conseguenze penali.