“C’è una nota ufficiale di Forza Italia, la loro posizione nelle votazioni è sempre stata inequivocabile”. Queste le parole di Giovanni Donzelli sull’ultimo audio di Berlusconi diffuso ieri da LaPresse.

Giovanni Donzelli - Foto di Ansa Foto
Giovanni Donzelli – Foto di Ansa Foto

Alla domanda se le dichiarazioni del fondatore di Forza Italia su Zelensky mettano in imbarazzo il centrodestra, Donzelli risponde: “Mi sembra non sia la posizione di Forza Italia, sicuramente non è quella di Fratelli d’Italia. Noi abbiamo una posizione chiara e saremo i garanti della collocazione occidentale dell’Italia in caso di governo di centrodestra”.

Intercettato anche il senatore Luca Ciriani (FdI): “La nostra politica estera non è cambiata e non cambierà. Quello che conta è l’impegno che abbiamo preso sul programma elettorale che abbiamo proposto e gli atti che abbiamo approvato in Parlamento”. 

Le dichiarazioni di Berlusconi, aggiunge “certo, non le avremmo preferite, però la nostra politica e quella di Meloni non cambiano”. 

Ciriani non chiude alla possibilità che Tajani possa ancora essere il ministro degli Esteri: “Non partecipo a nessun totonomi, ma scelta spetta a Meloni”. 

Anche il deputato della Lega Claudio Durigon non esclude che Antonio Tajani possa ancora essere scelto come ministro degli Esteri: “È stato il presidente del Consiglio europeo, chi è più adatto di lui. Non credo che abbia parlato lui, ma ci penserà Meloni”.