Parlamento: le scelte dei partiti per i capigruppo di Camera e Senato

Con i nuovi capigruppo potranno cominciare gli incontri al Quirinale per discutere della formazione del nuovo esecutivo.

Parlamento italiano (generica) - Foto di Ansa Foto
Parlamento italiano (generica) – Foto di Ansa Foto

Si procede dritti verso la formazione del nuovo governo. Oggi i partiti stanno votando i presidenti dei gruppi parlamentari e domani, mercoledì 19 ottobre, Montecitorio e Palazzo sceglieranno i loro vicepresidenti, i questori e i segretari per completare i rispettivi uffici di presidenza.

FdI conferma i capigruppo uscenti

Fdi manterrà gli stessi, gli uscenti. Vedremo in futuro se sarà necessario dare delle modifiche. In questa fase serve un accompagnamento per mano da parte dei capigruppo uscenti”, dichiara Giovanni Donzelli, responsabile organizzazione di Fratelli d’Italia, a Rtl 102.5.

Forza Italia sceglie Alessandro Cattaneo e Licia Ronzulli

Per quanto riguarda Forza Italia invece, Silvio Berlusconi come indicazioni di voto ha nominato Alessandro Cattaneo e Licia Ronzulli. “Di ruoli ce ne sono diversi, quello di capogruppo è uno dei più rilevanti. Ringrazio Berlusconi per la fiducia”, ha affermato il deputato Cattaneo. L’indicazione di Licia Ronzulli è stata accolta dal partito, che l’ha votata.

Anche la Lega conferma i capigruppo uscenti

La Lega, come FdI, si avvia a confermare i capigruppo uscenti sia alla Camera sia al Senato. A Montecitorio quindi, potrebbe rimanere Riccardo Molinari (che era stato in lizza per la presidenza, ma poi è stato eletto Lorenzo Fontana), mentre a Palazzo Madama è riconfermato Massimiliano Romeo.

Continuità anche nel Pd

Enrico Letta ha indicato capigruppi al femminile per entrambe le Camere, con i nomi confermati di Debora Serracchiani alla Camera e Simona Malpezzi al Senato. Per quanto riguarda le vicepresidente invece, anche in questo caso la scelta è al femminile. “Dipende anche dal fatto che noi abbiamo un vulnus di genere. Per questo anche per la vicepresidenza la mia proposta è di riconfermare Anna Rossomando come vicepresidente al Senato. Anche alla Camera proporrò una vicepresidente donna, tra le figure più rappresentative del nostro partito”. Lo ha dichiarato Enrico Letta dopo aver chiesto anche la conferma delle capigruppo. Alla Camera l’ipotesi è Anna Ascani vicepresidente.

Sono in corso le riunioni dei partiti. Al Senato alle 14 è prevista la riunione tra Enrico Letta e i senatori dem.

La scelta del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle dovrebbe confermare Francesco Silvestri capogruppo alla Camera, mentre potrebbe esserci una novità al Senato: Barbara Floridia. Mariolina Castellone, capogruppo uscente, potrebbe essere indicata come vicepresidente del Senato. 

Con i nuovi capigruppo potranno cominciare gli incontri al Quirinale per discutere della formazione del nuovo esecutivo. Alla Camera le assemblee per l’elezione dei capigruppo sono convocate alle 15 di oggi, mentre al Senato sono convocate alle 14. Alle 17 si terrà la prima conferenza dei capigruppo della nuova legislatura.

La Camera è convocata per domani alle 14, quando i deputati dovranno eleggere quattro vicepresidenti, tre deputati questori e almeno otto deputati segretari. Palazzo Madama invece, è convocato alle 15 di domani, con lo stesso ordine del giorno della Camera.