Centrodestra, Berlusconi indica Ronzulli e Cattaneo come capigruppo

In una lettera indirizzata ai parlamentari di Forza Italia in vista dell'elezione dei capigruppo di Camera e Senato, il Cav ci riprova con la fedelissima.

Alessandro Cattaneo, Licia Ronzulli - Foto di Ansa Foto
Alessandro Cattaneo, Licia Ronzulli – Foto di Ansa Foto

Per dare ancora più forza ai nostri gruppi, valorizzando le capacità e le risorse che abbiamo, la mia indicazione come nuovi capigruppo è per l’onorevole Alessandro Cattaneo alla Camera e per la senatrice Licia Ronzulli al Senato”. 

Lo ha scritto Silvio Berlusconi in una lettera indirizzata ai parlamentari di Forza Italia in vista dell’elezione dei capigruppo di Camera e Senato. Termina così il nodo Ronzulli, la fedelissima che il Cav avrebbe voluto nella squadra di governo, ricoprendo un ministero tra Sanità e Istruzione, ma ricevendo il no secco di Meloni.

La vicenda ha fatto alzare i toni delle trattative tra i partiti di maggioranza, al punto che i senatori di Forza Italia sono usciti dall’Aula in occasione del voto per la presidenza di Ignazio La Russa. Solo Elisabetta Casellati e Silvio Berlusconi sono rimasti ed hanno votato. Ma la mossa politica per convincere Meloni non è servita, dal momento che La Russa è stato comunque eletto grazie ai voti dell’opposizione.

Ieri l’incontro Meloni-Berlusconi

Questa battaglia persa ha indebolito la posizione di Forza Italia, e ieri, lunedì 17 ottobre, Silvio Berlusconi si è recato in via della Scrofa, sede di Fratelli d’Italia, per ricucire i rapporti con Meloni. Dopo un’ora e mezza di colloquio, è arrivato il comunicato congiunto: la tregua è stata raggiunta e tutti i partiti di maggioranza si recheranno insieme al Quirinale per le consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Le nuove richieste di Berlusconi a Meloni

“Ora guardiamo avanti e pensiamo a dare un governo al Paese”, avrebbe detto Meloni a Berlusconi. Nel faccia a faccia il Cav ha insistito perché Elisabetta Casellati faccia parte della squadra di governo. Sembra averla spuntata per lei, con il ministero delle Riforme. Berlusconi avrebbe chiesto al dicastero della Salute il presidente della Croce Rossa Francesco Rocca e il ruolo di vicepremier per Antonio Tajani.

All’uscita dalla riunione, il Cav non è apparso soddisfatto, ma non può che accettare.