Chi era Elia, il foreign fighter italiano morto in Ucraina

La Farnesina raccomanda gli italiani in Ucraina di rimpatriare subito e sconsiglia i viaggi nel Paese a causa dell'escalation russa. 

Guerra in Ucraina - Foto di Ansa Foto
Guerra in Ucraina – Foto di Ansa Foto

Guerra in Ucraina: ventotto droni kamikaze iraniani sono stati lanciati questa mattina su Kiev dall’esercito russo.

Lo ha fatto sapere il sindaco della capitale ucraina Vitali Klitschiko su Telegram, come riporta il Guardian. “Grazie alle nostre forze armate e delle difesa aerea, la maggior parte dei droni è stata abbattuta. A Kiev sono state udite in totale cinque esplosioni. Un drone è esploso su un condominio nel distretto di Shenchenkiv. I soccorritori stanno continuando a spegnere l’incendio e a smantellare i detriti”. 

Il consigliere presidenziale ucraino Anton Gerachchenko ha dichiarato che una “giovane famiglia” è stata uccisa. “Bohsan e Victoria, 34 anni, sono stati trovati morti. Si dice che aspettassero il loro primo figlio tra qualche mese”. 

L’allarme aereo continua e i residenti sono stati invitati a restare nei rifugi. L’allerta vige in tutta l’Ucraina. Tra le immagini pubblicate, c’è quella di un agente di polizia che spara con un fucile per abbattere un drone. 

Ucraina: altre città sotto attacco russo

Non solo a Kiev: i russi hanno preso di mira infrastrutture cruciali in altre tre regioni, come ha affermato il primo ministro ucraino Denys Chmygal: “Questa mattina i terroristi russi hanno nuovamente attaccato le infrastrutture energetiche dell’Ucraina in tre regioni”, citando “cinque attacchi di droni” a Kiev e “attacchi missilistici” sulle regioni di Dnipropetrovsk (Centroest) e Sumy (Nordest).

Centrale di Zaporizhzhia: interrotto approvvigionamento

A causa dei bombardamenti, la centrale di Zaporizhzhia ha nuovamente interrotto l’approvvigionamento energetico esterno. Lo ha fatto sapere Energoatom: “I terroristi russi hanno sparato ancora una volta contro le stazioni elettriche nel territorio sotto il controllo dell’Ucraina, l’ultima linea di alimentazione è stata disconnessa. Nel processo di transizione, a causa di una caduta di tensione di breve durata, è stato spento il trasformatore di riserva e sono stati avviati i generatori diesel”. 

Esplosioni anche a Odessa, mentre un allarme aereo è risuonato a Mykolaiv, Poltava, Cherkass, Romenskyi. 

Cremlino minaccia di chiudere relazioni con Israele

Dal punto di vista diplomatico, “sembra che Israele fornirà armi al regime di Kiev. Una mossa molto avventata. Distruggerà tutte le relazioni tra i nostri Paesi”. Così il vicepresidente russo Dmitri Medvedev reagisce all’annuncio di Israele.

Ucraina: l’italiano morto in guerra

Un foreign fighter italiano originario della Sardegna, Elia Putzolu, è morto ieri in combattimento nel Donetsk. Si era arruolato nelle milizie di Putin. Viveva in Russia da tempo, nei pressi di Rostov. La conferma del decesso è arrivata dalla Farnesina.

Il ventottenne è il terzo combattente italiano morto in combattimento dall’inizio del conflitto.

Ue: ok per addestrare i militari ucraini

Intanto il Consiglio Affari Esteri Ue ha approvato la missione di addestramento europea per 15mila soldati ucraini.

La Farnesina raccomanda gli italiani in Ucraina di rimpatriare subito e sconsiglia i viaggi nel Paese a causa dell’escalation russa.

Il gruppi delle forze regionali di Minsk ha cominciato il dispiegamento delle truppe congiunte con i russi e “l’adempimento dei suoi compiti per la difesa armata dello Stato dell’Unione”.