Crisi economica e caro prezzi, tasche degli italiani salve grazie a queste app: l’elenco

Una nuova soluzione per evitare di spendere troppo e non inficiare sulle tasche già vuote degli italiani: le app che migliorano la vita

Non si può certo dire che il 2022 sia stato finora un anno semplice e quieto per gli italiani. In particolare per le loro tasche, visto che questa particolare annata verrà forse ricordata per lo spasmodico aumento di prezzi e consumi.

app
App salva-vita per gli italiani (pixabay)

L’inflazione ormai forte da circa un anno, a cui si è aggiunta anche alla crisi energetica per via della guerra in Ucraina. Sono queste le principali motivazioni del caro prezzi e dell’aumento generale dei costi e delle utenze.

Moltissime famiglie sono costrette a guardare al centesimo, ovvero a provare a risparmiare il più possibile sulle spese anche quotidiane per non andare in crisi economica totale. Per aiutare i cittadini in questo senso, spuntano delle app che sono dei veri e propri salva-vita per tutti.

Tutte le app da utilizzare in tempo di crisi: sono dei veri salva-portafogli

In pratica moltissime persone possono affidarsi a delle semplici app, presenti e scaricabili sui propri dispositivi mobili, per risparmiare. Non si tratta però di applicazioni legate a soluzioni finanziarie o agli investimenti, bensì delle utility per la vita di tutti i giorni.

Non a caso nell’ultimo periodo si è registrato un boom di utilizzo di queste app, che consentono agli italiani di effettuare spese, compere e servizi di prima necessità a prezzi decisamente più bassi rispetto alla media.

WhatsApp
Applicazioni sul cellulare (AnsaFoto)

Ma facciamo degli esempi: spopola l’app Auting per il car-sharing, ovvero per l’affitto temporaneo di autovetture elettriche per i propri spostamenti. Una soluzione per evitare di spendere denaro in carburante, parcheggio o nella manutenzione di una propria automobile.

Per quanto riguarda la spesa è boom per l’app TooGoodToGo. Una scelta che fanno in molti, ovvero selezionare un negozio o un locale che a poco prezzo (circa 1/3 dell’originale) può vendervi le rimanenze giornaliere alimentari. Un’app che riguarda anche i supermercati ed i ristoranti di livello.

O ancora l’app Vinted, con cui acquistare, vendere o scambiare capi di abbigliamento usati, piuttosto che spendere cifre ben più alte per vestiti o accessori nuovi di zecca. Si parla di circa 6.000 utenti al giorno in Italia che scelgono di approfittare di tali app e di queste occasioni per risparmiare sui beni primari.