WhatsApp nasconde un’insidia: come difendersi dai furti d’identità

Spunta un nuovo problema davvero singolare per chi utilizza WhatsApp quotidianamente per messaggiare e comunicare con gli altri

Nel mondo sono milioni le persone che quotidianamente utilizzano l’applicazione più nota e semplice per comunicare. Stiamo parlando di WhatsApp, vera e propria innovazione per i messaggi rapidi ed istantanei.

whatsapp
Insidia su WhatsApp (Pixabay)

Basta solo scaricare l’app sul vostro dispositivo ed essere in possesso di una connessione attiva, con WI-FI o dati mobili, per poter utilizzare tutte le funzioni di WhatsApp.

Nonostante la sua semplicità e la sua grande fruizione, WhatsApp nasconde però un’insidia, legata in particolar modo alle foto del profilo. Da tempo è possibile associare una propria immagine al numero WhatsApp per rendersi più riconoscibile dai propri contatti.

Secondo alcune testimonianze, sul web potrebbero avvenire dei veri e propri furti d’identità, nati dalla troppa facilità con cui vengono gestite le immagini condivise dai profili  di WhatsApp.

Foto profilo copiate e furti d’identità: la nuova truffa da evitare su WhatsApp

Regole troppo permissive quelle riguardo le foto su WhatsApp. Qualsiasi malintenzionato o hacker può visionare la foto del vostro profilo ed ottenerla per conto proprio. Basta uno screenshot a tale immagine per appropriarsene, senza che l’utente possa evitarlo.

Da questi piccoli furti sono nati anche problemi più seri. Colpa della possibilità che l’app dà a qualsiasi utente di aprire a schermo largo una foto profilo e dunque prenderla al massimo della risoluzione.

WhatsApp
WhatsApp (AnsaFoto)

Tale possibilità su WhatsApp ha reso ancora più facile l’attività illegale degli hacker in rete. Non è un caso se nelle ultime settimane e negli ultimi mesi siano aumentati in maniera quasi esponenziale le denunce alle autorità competenti di episodi come furti d’identità o anche la creazione di profili fake.

Ma come provare ad evitare tali furti d’identità su social e app? Intanto procedere con la cancellazione della propria immagine profilo, o quanto meno inserirne una neutrale, che non ritragga il vosto volto o i vostri connotati in maniera chiara ed inequivocabile.

Oppure gli utenti, per evitare i malintenzionati, possono recarsi sul menù Impostazioni di WhatsApp, dove scelgono i contatti specifici con cui condividere le immagini del profilo. Questo sistema rappresenta una sorta di mediazione per chi intende difendere la propria sicurezza senza rinunciare alla foto di copertina.