Assegno Unico ottobre 2022, cambiano gli importi: chi usufruisce dell’aumento

Cambiano gli importi per l’Assegno Unico del mese di ottobre. Scopriamo quindi chi potrà usufruire dell’aumento ed a quanto ammonta. 

Ci sono grandi novità per chi usufruisce dell’Assegno Unico per il mese di ottobre 2022. Infatti da questo mese cambieranno gli importi. Andiamo a vedere cosa succedere e chi potrà usufruire di questo aumento.

Assegno Unico ottobre
Tutte le novità riguardante il contributo per le famiglie (Via WebSource)

L’Inps è pronto ad erogare l’Assegno Unico di ottobre 2022 a partire dal 15 di questo mese. Mentre invece sarà diversa la data per tutti coloro che usufruiscono di per coloro che ricevono la misura sotto forma di integrazione del Reddito di Cittadinanza sull’apposita carta di Poste Italiane. Infatti questi dovrannoa spettare fino al prossimo 27 ottobre. Ricordiamo inoltre che l’assegno può arrivare ai cittadini in diversi metodi: accredito su conto corrente bancario, conto corrente postale, carta di credito o di debito e libretto di risparmi, consegna di contante presso uno sportello postale o accredito sulla carta rdc per i già beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

Per tantissimi titolari del Reddito di Cittadinanza, questo sarà erogato automaticamente sulla carta di Poste Italiane. Inoltre potranno richiederlo tutti coloro che le cui informazioni sul nucleo familiare non sono presenti nella banca dati dell’Inps. Inoltre sempre l’Istituto ha comunicato tutte le novità attraverso il messaggio n° 3518 dello scorso 27 settembre. Infatti a partire da questo mese entrerà in vigore retroattivamente l’aumento degli importi dell’Assegno unico relative ai figli maggiorenni con disabilità, previsto dal decreto Semplificazioni del 21 giugno. Vediamo quali sono le nuove cifre e le tempistiche. Andiamo quindi a vedere tutte le novità tra cui anche l’aumento.

Assegno Unico Ottobre 2022, cambiano gli importi: tutte le novità

Assegno Unico
Le ultime novità per le famiglie italiane (Foto: Facebook)

Il decreto Semplificazioni dello scorso 21 giugno ha aumentato l’importo dell’Assegno unico relativo ai figli maggiorenni con disabilità limitatamente al 2022 con l’obiettivo di assicurare più sostegno alle famiglie. Questo sarà un aumento che entrerà in vigore retroattivamente e sarà accreditato con un conguaglio. Inoltre a tutti quei genitori che hanno fatto domanda del’Auu entro il 30 giugno spetterà anche l’aumento sulle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno. Mentre per coloro che hanno presentato domanda l’1 luglio o successivamente riceveranno il conguaglio solo a partire dal settimo mese dell’anno.

Prima dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni, la cifra dell’Assegno unico per i figli con disabilità tra i 18 e i 20 anni era quella stabilità dal decreto del 29 dicembre 2021: 85 euro, in presenza di un Isee familiare fino a 15mila euro, più altri 80 di maggiorazione. Mentre invece adesso sarà di 175 euro con Isee fino ai 15mila più una maggiorazione tra gli 85 e i 105 euro, a seconda del grado di disabilità. Per tutti i ragazzi diversamente abili di età pari o superiore ai 21 anni, in presenza di un Isee familiare fino a 15mila, adesso l’importo spettante sarà di 175 euro.

Invariato invece l’assegno per ragazzi disabili minorenni nelle famiglie con Isee fino ai 15mila euro: 175 euro più una maggiorazione tra gli 85 e i 105. Inoltre il decreto semplificazione ha anche stabilito i due parametri relativi alla disabilità e i relativi aumenti spetta anche agli orfani maggiorenni. Infatti questi saranno titolarità di pensione ai superstiti; disabilità grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.