Ultim’ora Juve, Allegri spalle al muro: decisione definitiva della società

Ultim’ora Juve, Allegri spalle al muro: decisione definitiva della società. I bianconeri sono arrivati all’ultima spiaggia 

La sconfitta con il Maccabi Haifa ha messo il tecnico livornese con le spalle al muro. Contro il Torino sabato pomeriggio si gioca la permanenza sulla panchina juventina.

Max Allegri
Massimiliano Allegri (AnsaFoto)

Omer Atzili è il nuovo incubo delle notti bianconere. Il giocatore del Maccabi Haifa è stato il grande mattatore della serata di Champions League in Israele. La sua doppietta ha condannato la Juventus alla sconfitta nel quarto turno del girone della massima competizione europea. Ormai “La Vecchia Signora” è fuori dalla possibilità di staccare il pass per gli ottavi di finale. Resta da capire se i ragazzi di Allegri riusciranno almeno a centrare il terzo posto che vale l’Europa League. Per fare ciò occorre strappare qualche punto a Benfica e Psg, apparse di gran lunga superiori al club italiano. La decisione della società capitana da Andrea Agnelli è stata quella di spedire tutti in ritiro alla Continassa, cercando di preparare al meglio il derby contro il Torino. Sabato alle ore 18.00 si decide il futuro di Allegri.

Ultim’ora Juve, Allegri spalle al muro: se non vince il derby con il Torino rischia di saltare

Juventus Allegri
Max Allegri e i giocatori della Juventus in allenamento (Ansafoto)

Le dichiarazioni del presidente bianconero hanno rinviato il discorso a fine anno. Come detto a microfoni spenti ad un tifoso da Arrivabene allo Juventus Stadium, il problema principale è quello finanziario. Chi pasa il contratto di Allegri per altri due anni? L’esonero con altri parametri contrattuali sarebbe già arrivato da tempo. Ora però la questione è diventata di vitale importanza, visto che continuando così si rischia di allontanarsi troppo dal quarto posto della Serie A. I 7 punti attuali rischiano di dilatarsi da qui al Mondiale e proprio per questo diventa fondamentale vincere il derby con il Toro. Qualora non dovessero arrivare i tre punti, il destino del tecnico livornese è segnato. Il nome per sostituirlo è già pronto da tempo e corrisponde a quello di Paolo Montero. L’allenatore della seconda squadra juventina è già sotto contratto e non graverebbe sul bilancio. In più, in questi primi mesi di carriera ha dimostrato di avere le idee chiare e una buona impostazione tattica. La personalità non gli manca e ha anche la giusta conoscenza della realtà bianconera. La settimana prossima potrebbe toccare a lui.