Incidenti sul lavoro, un operaio è morto e uno è rimasto ferito ad Arquata

Con quest'ultima morte bianca, sale a tre il numero degli operai morti negli ultimi giorni, mentre svolgevano il proprio lavoro.

Operai al lavoro (generica) - Foto di Ansa Foto
Operai al lavoro (generica) – Foto di Ansa Foto

Un operaio è morto e un altro è rimasto ferito in un incidente sul lavoro avvenuto questa mattina, mercoledì 12 ottobre 2022, a Colle d’Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, nella cratere sismico.

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, i due stavano lavorando al posizionamento di una rete di contenimento metallica su un costone, quando a causa di un problema, entrambi sono precipitati.

L’altro operaio ferito in modo non grave

Le condizioni di salute di uno dei due sono apparse gravissime fin da subito. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Allertata anche un’eliambulanza. Per l’uomo non c’era più nulla da fare, mentre l’altro operaio è rimasto ferito in modo non grave.

I due stavano lavorando per conto di una ditta impegnata in un lavoro di messa in sicurezza e riduzione del rischio geologico della strada provinciale di Colle d’Arquata, dopo il terremoto del 2016. Nell’area ci sono alcuni cantieri aperti, anche per la ricostruzione post terremoto.

Incidenti sul lavoro: il tragico bilancio degli ultimi 4 giorni

La morte dell’operaio si va ad aggiungere alla lunga lista di morti bianche. Negli ultimi giorni altri due lavoratori hanno perso la vita mentre svolgevano il proprio dovere.

Uno a Portici, in provincia di Napoli, l’altro a Sanremo. Il primo è precipitato da un palazzo di tre piani mentre stava stendendo una guaina sul lastrico solare. Era un uomo di cinquantanove anni.

Fatale l’impatto al suolo, dove cadendo ha sbattuto la testa, morendo il colpo. L’altro invece era un dipendente della Ivecos, la ditta appaltatrice esterna a Rete Ferroviaria Italiana, impegnata in un cantiere notturno per la manutenzione ferroviaria tra Traggia e Ventimiglia.

L’uomo era alla guida di un locomotore quando, a causa di un guasto, è scoppiato un incendio che non gli ha dato via di scampo.