Governo, Meloni cerca l’intesa con gli alleati: quale posto per Ronzulli

Oggi si terrà il vertice del centrodestra per fare il punto della situazione. E mentre domani potrebbero essere eletti presidenti di Camera e Senato, resta l'incognita del ruolo della fedelissima del Cav nell'esecutivo.

Licia Ronzulli - Foto di Ansa Foto
Licia Ronzulli – Foto di Ansa Foto

Squadra dei ministri, l’unica certezza ad oggi è che il prossimo governo sarà politico. Sebbene Giorgia Meloni abbia fatto sapere di essere ottimista sugli accordi nel centrodestra, i nomi dei prossimi ministri sono ancora tutti in forse.

I governi sono politici quando hanno un mandato popolare, una guida politica, una maggioranza nata nelle urne e non nel palazzo, un programma e una visione chiara”, sottolinea la premier in pectore. “Proprio per realizzare quella visione e quel programma coinvolgeremo le persone più adatte: nessuno si illuda che cambieremo idee e obiettivi rispetto a quelli per i quali siamo stati votati. Il nostro sarà il governo più politico di sempre”.

Governo, Meloni è chiara: l’ultima parola sarà la sua

Dalle parole della leader di Fratelli d’Italia è chiaro che l’ultima parola sarà la sua, anche perché come ha sottolineato nei giorni scorsi, è lei a metterci la faccia. Oggi, mercoledì 12 ottobre, si terrà un incontro tra i leader del centrodestra, che “servirà a delineare meglio il quadro perché ovviamente è tutto un gioco a incastro. Ma non ci sono criticità particolari. Finché il quadro non è complessivamente definito è tutto in ballo”, dichiara Giovanbattista Fazzolari.

Il governo sarà politico, ma senza rinunciare alla possibilità di inserire tecnici d’area. Ieri Giorgia Meloni ha avuto un incontro con il ministro dell’Economia Daniele Franco per fare il punto sulla situazione dei conti pubblici.Noi siamo pronti. Semplicemente non possiamo andare a depositare la lista dei ministri perché non c’è un presidente del Consiglio dei ministri incaricato”, ha osservato Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia ad Agorà su Rai Tre.

Donzelli: “Scoprirete che la lista dei ministri è già pronta”

Noi non parliamo delle ipotesi dei ministri – ha aggiunto Donzelli – fintanto che non ci sarà l’incarico del presidente della Repubblica al presidente del Consiglio. In quel momento scoprirete che la lista dei ministri è pronta e che c’è serenità e compattezza nel centrodestra”. 

Governo, incontro Salvini-Berlusconi a Villa Grande

Le trattative tra FdI, Fi e Lega sono però ancora in corso. Ieri pomeriggio Silvio Berlusconi ha ricevuto a Villa Grande Matteo Salvini per un faccia a faccia durato 45 minuti. “La Lega non ha pretese né preclusioni, lavora per un’intesa soddisfacente nel centrodestra e conferma di avere le idee chiare sulla propria squadra e sui dossier più urgenti. La coalizione deve essere all’altezza delle emergenze del Paese e delle aspettative degli elettori”, ha dichiarato Matteo Salvini su Tik Tok. “Il centrodestra vincerà come squadra, non come giocatori singoli. Si vince sempre di squadra”. 

Governo, il totoministri: le richieste della Lega

La Lega continua ad ambire ai ministeri delle Infrastrutture, dell’Agricoltura e degli Affari regionali. E sui rumors che vogliono Giancarlo Giorgetti al Mise, spiegano che “sarebbe motivo di grande soddisfazione e orgoglio occuparsi di un ruolo rilevante anche di Economia e Finanze”. Si parla anche di tre sottosegretari per la Lega.

Le richieste di Forza Italia e il nodo Ronzulli

Per quanto riguarda Forza Italia, Berlusconi avrebbe reclamato il ministero allo Sviluppo Economico indicando Antonio Tajani, che finora era stato il più probabile agli Esteri. Ma resta sempre il nodo Licia Ronzulli, fedelissima di Berlusconi, neosenatrice e assistente personale del Cav, potentissima sentinella di Arcore.

Per lei Berlusconi spinge per un Ministero tra Sanità e Istruzione, ma Meloni l’avrebbe indicata per coprire quello del Turismo. Nelle intenzioni di FI ci sarebbero anche il ministero della Giustizia, con il nome di Francesco Paolo Sisto o l’ex presidente del Senato Elisabetta Casellati.