Camera e Senato, verso l’accordo per le presidenze. Meloni: “Ci vedremo più tardi, sono ottimista”

Domani, mercoledì 13 ottobre, comincia ufficialmente la XIX legislatura. Camera e Senato dovranno eleggere rispettivamente i loro presidenti.

Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni - Foto di Ansa Foto
Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni – Foto di Ansa Foto

Con Silvio Berlusconi e Matteo Salvinici vedremo più tardi, sono ottimista. Mi pare che le cose vadano bene, lavoriamo, lavoriamo. Saremo pronti“. Sono le parole della premier in pectore Giorgia Meloni, arrivando agli uffici del suo gruppo alla Camera.

Penso che non possiamo perdere tempo, la situazione dell’Italia non è facile”, ha aggiunto rispondendo a chi le chiedeva se giovedì sarà eletto il presidente del Senato, come previsto dal leader della Lega Matteo Salvini.

Camera e Senato, Fazzolari: “Sulle presidenze l’accordo c’è”

Sulle presidenze di Camera e Senato non ci sono problemi, un accordo c’è”, ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia Giovanbattista Fazzolari, arrivando agli uffici della Camera di FdI. Si dice tranquillo anche sulla formazione della squadra di governo: “Non ci sono criticità. Non ci sono mai state particolari criticità con Lega e Forza Italia”. 

La Russa: “Fazzolari nega di averlo detto”

Le parole di Fazzolari vengono però ridimensionate da Ignazio La Russa: “Accordo raggiunto sulle presidenze di Camera e Senato? Chi l’ha detto? Fazzolari nega di averlo detto, voleva dire che c’è la capacità di trovare una sintesi”, dichiara ai giornalisti.

Presidenze Camera e Senato: “La Russa succede a Casellati e Molinari a Fico”

Proprio il nome di La Russa è in pole per la posizione a Palazzo Madama, ma la Lega gli contrappone Roberto Calderoli: “Stiamo lavorando per lui come presidente del Senato“, ha dichiarato ieri Molinari. La lettura è che si tratti di “un gioco delle parti, ma poi l’accordo di trova: La Russa succede a Casellati e Molinari a Fico”. 

Il nodo verrà sciolto a breve, proprio in giornata, durante il nuovo vertice tra Meloni, Salvini e Berlusconi, annunciato oggi dalla leader di FdI.

Ministeri, nodo Ronzulli: “Mai state criticità”

Sempre Fazzolari, alla domanda se sia stato superato il nodo Licia Ronzulli, Fazzolari risponde: “Ripeto, veramente non ci sono mai state particolari criticità”. Intanto il leader della Lega Matteo Salvini ha convocato alle 16 il consiglio federale del partito per fare il punto della situazione.

Domani, 13 ottobre, comincia la legislatura: tutti i passaggi istituzionali

Intanto domani, mercoledì 13 ottobre, comincia ufficialmente la XIX legislatura. Camera e Senato dovranno eleggere rispettivamente i loro presidenti. Le votazioni di Palazzo Madama saranno presiedute dalla senatrice a vita Liliana Segre, mentre quella di Montecitorio da Ettore Rosato.

Dopodiché il presidente della Repubblica Sergio Mattarella convocherà i nuovi presidenti e cominceranno le consultazioni. Il capo dello Stato terrà udienze con i gruppi parlamentari e i leader di partito.

Dopo le consultazioni, la prima carica dello Staro affiderà ufficialmente l’incarico al presidente del Consiglio, che potrebbe essere Giorgia Meloni. La leader di FdI in queste settimane sta già lavorando per formare la squadra dei ministri.

Una volta pronta la squadra, il premier la proporrà a Mattarella, dopodiché ci sarà l‘approvazione e il giuramento del nuovo governo davanti al capo dello Stato. L’ultimo passaggio sarà la fiducia di Camera e Senato al governo, infine la nomina dei sottosegretari dei ministeri.