La provincia di Trapani continua a essere flagellata dal maltempo. Dopo il violento acquazzone che ha colpito pochi giorni fa la Sicilia occidentale, un’altra bomba d’acqua si è abbattuta su tutto il territorio del Trapanese. I maggiori disagi si sono registrati a Castelvetrano, dove le piogge hanno letteralmente sommerso quasi tutta la città. Le strade si sono trasformate in fiumi in piena, mentre la pioggia continuava a scendere incessante. Il sindaco ha raccomandato di evitare gli spostamenti e ha chiuso le scuole, gli uffici e i parchi pubblici.

Danni e allagamenti si sono registrati ai piani bassi delle abitazioni e nelle attività commerciali. Continue sono state le interruzioni di energia elettrica, che hanno interessato Castelvetrano come gran parte del territorio Trapanese. Il maltempo ha cominciato a flagellare la Sicilia già dalla serata di domenica, proseguendo poi per gran parte della giornata di lunedì creando situazioni di forte caos. Numerosi gli interventi della protezione civile e dei vigili del fuoco. L’allerta meteo è valida anche per la giornata di martedì, con forti venti che potranno superare anche i sessanta chilometri orari.

Bomba d’acqua nel Trapanese, il Comune di Castelvetrano: “Prestare attenzione alle indicazioni dell’autorità”

Di seguito la nota dell’amministrazione di Castelvetrano: “Prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità. Non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rive di un corso d’acqua in piena. Non percorrere un passaggio a guado durante e dopo un evento piovoso, soprattutto se intenso, né a piedi né con un automezzo. Allontanarsi dalla località in caso si avvertano rumori sospetti riconducibili all’edificio (scricchiolii, tonfi) o in caso ci si accorga dell’apertura di lesioni nell’edificio. Allontanarsi dalla località in caso ci si accorga dell’apertura di fratture nel terreno o nel caso si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente durante e dopo eventi piovosi particolarmente intensi o molto prolungati) Nel caso si debba abbandonare l’abitazione, chiudere il gas, staccare l’elettricità e non dimenticare l’animale domestico, se c’è.”