Ucraina, Putin: “Se continueranno gli attacchi contro la Russia, la risposta sarà dura”. La Germania convoca il G7, le parole del Papa

La Germania ha convocato domani, martedì 11 ottobre, un vertice dei leader del G7 con il presidente ucraino Zelensky per discutere degli sviluppi in Ucraina dopo gli attacchi missilistici russi. 

Vladimir Putin - Foto di Ansa Foto
Vladimir Putin – Foto di Ansa Foto

La guerra di Mosca contro l’Ucraina si fa più cruenta. Nelle ultime ore molte città sono state colpite dalla Russia, in particolare Odessa, Kiev e Kharkiv.

Decine di morti e feriti civili e il bilancio non è ancora ufficiale, mentre dal Cremlino arrivano le parole di Vladimir Putin, che non accennano alla possibilità di pace.

Domani il G7 con Zelensky

La Germania ha convocato domani, martedì 11 ottobre, un vertice dei leader del G7 con il presidente ucraino Zelensky per discutere degli sviluppi in Ucraina dopo gli attacchi missilistici russi.

Il presidente della Federazione russa Putin ha confermato che Mosca ha lanciato “massicci attacchi alle infrastrutture energetiche dell’Ucraina”, ed ha avvertito che la risposta sarà “dura” se Kiev continuerà a compiere attacchi terroristici sul territorio russo, come riporta la Tass.

La minaccia di Putin all’Ucraina

Putin ha anche affermato che dopo gli ultimi attacchi, l’Ucraina si pone sullo stesso piano delle organizzazioni terroristiche internazionali. “Le risposte saranno della stessa portata delle minacce alla Russia. In caso di ulteriori tentativi di compiere atti terroristici sul nostro territorio, la risposta della Russia sarà dura”, ha dichiarato Putin, in riferimento all’attacco con un camion bomba da parte di Kiev sul pone che collega il Paese alla Penisola di Crimea.

Kuleba: “Putin ci attacca perché è disperato”

Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri ucraino, ha risposto immediatamente con una serie di tweet: “Il presidente russo non è stato provocato a lanciare attacchi missilistici a lungo raggio contro l’Ucraina. Ci sta attaccando perché è disperato e sta usando il terrore missilistico per cercare di cambiare il ritmo della guerra a suo favore”. 

Papa Francesco: “Umanità è in pericolo”

Papa Francesco ha invitato i giovani a lottare per la pace: “Come ben sapere stiamo attraversando momenti difficili per l’umanità, che è in grande pericolo. Questo è vero, siamo in grave pericolo. Pertanto di dico: siate artigiani di pace intorno a voi e dentro di voi: ambasciatori di pace, affinché il mondo riscopra la bellezza dell’amore, del vivere insieme, della fraternità, della solidarietà”. 

Farnesina: “Gesto che aggrava le responsabilità russe”

Dalla Farnesina arriva la condanna all’assedio di Putin: “L’Italia è inorridita dai vili attacchi missilistici che hanno colpito il centro di Kiev e altre città ucraina. Ribadiamo il fermo e convinto sostegno all’Ucraina, al suo popolo e alla sua resilienza, ed esprimiamo al contempo piena condanna e massima indignazione per un gesto che aggrava le responsabilità russe nel contesto della sua ingiustificabile aggressione”.