Draghi congeda i suoi ministri: “Il governo passa, l’Italia resta”

Draghi ha invitato i suoi ministri "ad agevolare una transizione ordinata, che permetterà a chi verrà di mettersi al lavoro da subito".

Ultimo Consiglio dei ministri del Governo Draghi - Foto di Ansa Foto
Ultimo Consiglio dei ministri del Governo Draghi – Foto di Ansa Foto

Un brindisi e una foto ricordo sulle scale di Palazzo Chigi: così il governo Draghi si è congedato, in occasione dell’ultimo Consiglio dei ministri.

L’ultima riunione dell’esecutivo è servita ad approvare il Documento programmatico di bilancio per il 2023, anche se in realtà, un nuovo Consiglio potrebbe tenersi in settimana. Intanto Mario Draghi ha voluto salutare i suo governo con un discorso in cui ha riassunto i vari obiettivi raggiunti: dalla campagna vaccinale all’avvio del Pnrr.

Governo di unità nazionale: “Richiede un bel po’ di pazienza”

Per forza di cose è un’esperienza eccezionale, che avviene soltanto nei momenti di crisi profonda”, ha affermato il premier, ricordando che il suo è stato un governo di unità nazionale. “Mantenerla, come avete fatto, richiede maturità, senso dello Stato e anche un bel po’ di pazienza”. 

“Avete servito al meglio i cittadini”

I cittadini si aspettavano molto da voi e voi li avete serviti al meglio. Potete essere orgogliosi di quanto fatto, dei risultati che avete raggiunto, dei progetti che avete avviato e che altri sapranno completare”, ha aggiunto l’ex presidente della Bce.

Draghi ai suoi ministri: “Agevolare transazione ordinata”

Tra qualche settimana, su questi banchi siederà il nuovo esecutivo, espressione del risultato di elezioni che si sono appena tenute”. Per questa ragione Draghi ha invitato i suoi ministri “ad agevolare una transizione ordinata, che permetterà a chi verrà di mettersi al lavoro da subito. Lo dobbiamo alle istituzioni di cui abbiamo fatto parte, ma soprattutto lo dobbiamo ai cittadini”. 

In chiusura, ha poi concluso: “I governi passano, l’Italia resta”.