Addio Canone Rai, era ora: c’è anche un’altra super notizia per gli italiani

Nel 2023 si dirà addio a questa modalità di pagamento che tantissimi italiani hanno contestato. Ecco quanto si potrà risparmiare

Addio al Canone Rai. Ma non del tutto. Questa la novità parziale che arriverà nel 2023, come confermato da fonti ufficiali già in questi giorni. La tassa poco amata dai cittadini italiani verrà sospesa ma solo parzialmente.

canone
Stop al canone Rai (websource)

Infatti l’Unione Europea ha spinto per una legge più trasparente sulle bollette e sulle tassazioni richieste ai cittadini degli stati membri. Ciò comporta ad una abolizione obbligatoria del Canone Rai dalle bollette della luce.

Dal prossimo anno la tassa Rai non sarà più presente nelle bollette, come invece stabilito dal Governo Renzi a partire dal 2016. In questo caso il canone era sceso a 90 euro rispetto ai 113 euro annuali precedenti. Ma non potrà più essere richiesto ed erogato in questo modo.

Canone Rai fuori dalle bollette e non solo: conviene davvero agli italiani?

Le bollette energetiche, già molto care in questi ultimi mesi per via di inflazione e conflitto russo-ucraino, dovrebbero dunque calare di tariffario grazie all’addio del Canone Rai in bolletta.

Il Codacons nel frattempo continua a chiedere l’abolizione totale del Canone Rai, così come alcuni uomini politici stiano spingendo su questo tasto. Secondo le associazioni dei consumatori, i tempi sarebbero ormai maturi per abbandonare questa tassa.

La Rai, secondo alcuni pareri, potrebbe finanziarsi in altri modi, come altre emittenti: incremento dei social e della TV on-demand, maggiori inserzioni pubblicitarie stile TV commerciale e privatizzazione degli spazi. Ma c’è chi non è d’accordo.

Canone Rai
Canone Rai Speciale in bolletta (Facebook)

Riccardo Laganà, consigliere d’amministrazione Rai, ha da poco espresso contrarietà all’abolizione del Canone: “Si sta sparando a polveri bagnate, chiedendo l’abolizione del canone radiotelevisivo, copiando in malo modo la tattica già adottata nel 2016 quando il canone venne abbassato da 113 euro a 90. In questo caso vi sarà un risparmio per ogni famiglia di 24 centesimi al giorno, con cui a malapena ci si potrà comprare una fetta di pane. Vantaggi per la comunità zero, ma in compenso tanti vantaggi per il governo che verrà“.

Dunque verrebbe fuori un risparmio scarso ed il rischio che la TV pubblica trovi con altri aumenti i soldi in quel caso mancanti dal Canone. Nel 2023 si capirà che destino avrà questa tassazione.