Thailandia: chi è l’attentatore che ha assaltato l’asilo nido uccidendo molti bambini

È un ex agente di polizia che l'anno scorso è stato licenziato. L'uomo avrebbe fatto irruzione nella scuola e ha ucciso la sua famiglia. Dopodiché si è suicidato.

Attacco in Thailandia - Foto di Twitter
Attacco in Thailandia – Foto di Twitter

Sono almeno trentuno le persone morte in una sparatoria in un centro per l’infanzia nella provincia di Nong Bua Lamphu, in Thailandia. Tra queste ci sarebbero molti bambini.

Il colonnello della polizia Jakkapat Vijitraithaya ha riferito che ci sono state “23 vittime minorenni”. L’aggressore, Panya Kamrab, avrebbe usato anche un coltello.

Le indagini

In un primo momento si era diffusa la notizia che l’attentatore fosse ricercato da tutte le forze armate della provincia ed era stato emesso un mandato di perquisizione e cattura a suo carico.

Secondo le prime ricostruzioni, il killer, armato di pistola e coltello avrebbe fatto irruzione nell’asilo situato in una zona nel Nordest della Thailandia e avrebbe attaccato chiunque si trovasse sul suo percorso, bambini e adulti. Lo ha reso noto il portavoce della polizia nazionale Achayon Kraithong.

Chi è Panya Kamrab

Si pensava fosse armato di fucile, pistola e coltello. Successivamente la Reuters ha ricostruito l’esatta dinamica della vicenda. Kamrab avrebbe fatto irruzione nell’asilo, sparando a sua moglie e a suo figlio, uccidendoli. Dopodiché si è tolto la vita.

Kamrab era un ex agente di polizia di 34 anni. L’anno scorso era stato licenziato a causa di accuse legate al traffico di droga.

In Thailandia le sparatorie di massa sono molto rare. L’ultima risale al 2020, quando un soldato ha ucciso almeno 29 persone e ne ha ferite 57 in un attacco esteso a quattro località vicino alla città di Nakton Ratchasima.