Meteo, l’anticiclone non si arresta: esplode il termometro

Il meteo italiano continuerà ad essere influenzato dall’anticiclone africano. Il termometro quindi continuerà a salire: cosa sta succedendo.

Continua l’Ottobrata sulla penisola italiana, con l’anticiclone africano che assume caratteri sempre più influente. Infatti avremo le temperature che continueranno a salire: tutte le novità sulle regioni italiane.

Meteo
Cosa succederà sulla penisola nelle prossime ore (via Pixabay)

In queste ore stiamo attraversando una fase meteo climatica piuttosto insolita. Infatti un caldo anticiclone che sta garantendo sole e temperature ben sopra le medie climatiche. Nei prossimi giorni vedremo un vasto campo di alta pressione, con contributi sia azzorriani che africani, riuscirà a distendersi sull’Europa centro-meridionale tenendo alla larga le perturbazioni atlantiche e qualsivoglia affondo più freddo. La penisola quindi darà spazio ad un vero e proprio colpo di coda dell’Estate che riguarderà praticamente tutta l’Italia, ma gli effetti non saranno uguali per tutti.

Il caldo quindi si farà sentire soprattutto sulle due Isole maggiori dove le temperature massime potranno toccare la soglia dei 30°C e, nelle zone più interne, addirittura superarla. Questo caldo fuori stagione si avvertirà anche altrove con punte di 27/28°C sul resto del Sud e su molte aree interne del Centro, mentre si salirà fino a 25/26°C su gran parte del Valle Padana. L’anticiclone sarà protagonista anche del prossimo weekend. L’instabilità infatti potrebbe tornare solamente dalla fine del mese. Scopriamo quindi cosa sta succedendo sui cieli italiani.

Meteo, prosegue la fase anticiclonica: tutte le previsioni

Meteo
Le previsioni sulle regioni italiane (via Pixabay)

In queste ore un vasto campo di alta pressione abbraccia tutta l’Europa centrale e meridionale ed ingloba anche l’Italia. Ciò sta determinando una fase stabile e in gran parte soleggiata dal clima molto mite. Quindi la stasi anticiclonica è causa della formazione di alcune nebbie o nubi basse su parte della Pianura Padana, queste risaliranno fino alle vette alpine. La nuvolosità però sarà innocua e non ci saranno precipitazioni. Scopriamo nel dettaglio cosa sta succedendo sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo sin dal mattino cielo poco nuvoloso, salvo residui annuvolamenti su Prealpi, aree pedemontane e alte pianure. Alcune locali foschie creeranno ancora alcuni disturbi lungo il Po. Finalmente anche qui avremo temperatre in lieve rialzo, con massime che andranno dai 22 ai 26 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo dalle prime ore della giornata cielo sereno o poco nuvoloso con qualche addensamento diurno in Appennino. Inoltre qualche velatura andrà a coprire Abruzzo e Lazio. Le temperature anche qui saranno in ulteriore rialzo, con massime che andranno dai 23 ai 27 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo un cielo irregolarmente nuvoloso, con maggiori addensamenti sulle due isole maggiori. Il cielo apparirà leggermente più coperto nelle zone interne della Sicilia. Sulle temperature si registrerà una lieve flessione, con valori massimi che oscilleranno dai 22 ai 26 gradi.