È morto un grande protagonista della Serie A: Spalletti senza parole

È morto un grande protagonista della Serie A: Spalletti senza parole. I due avevano convissuto una grande esperienza passata

All’età di 65 anni è scomparso l’ex team manager dell’Udinese, Lorenzo Toffolini. Al dirigente è stato fatale un malore mentre era alla guida della sua auto.

Lutto nel calcio di Serie A
Grave lutto in Serie A (Facebook)

Il calcio di Serie A piange la scomparsa di un grande dirigente dell’Udinese. E’ scomparso a 65 anni Lorenzo Toffolini, ex team manager dei friulani e per quadi 30 anni al servizio dei bianconeri. A portarlo via è stato un malore mentre era alla guida della sua auto. L’incidente stradale, l’arrivo dei soccorsi, i tentativi di rianimazione, purtroppo tutto trasformatosi in un nulla di fatto. Ieri mattina, all’altezza della zona di Ciconicco di Fagagna, la vittima è stata vittima di un incidente stradale. Sul posto si è fermata prima un’ambulanza di passaggio, poi altri soccorsi sono stati inviati dalla Sores/Struttura operativa regionale emergenza sanitaria Fvg, provenienti da San Daniele del Friuli. L’uomo è stato trattato per circa 50 minuti, nel tentativo di essere rianimato. Le manovre di soccorso sono continuate, in ambulanza con medico a bordo, fino all’arrivo nel pronto soccorso dell’ospedale, dove purtroppo è stato accertato il decesso.

Serie A, è morto Lorenzo Toffolini: fu team manager dell’Udinese di Luciano Spalletti

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (AnsaFoto)

Lorenzo Toffolini, classe 1956, aveva ricoperto per anni il lavoro di ferroviere. Nel mondo del calcio aveva giocato a discreti livelli nel mondo dei dilettanti. Dal Trivignano Udinese, all’Union di Nogaredo di Prato Faugnacco, fino allo Spilimbergo. Originario di Coseano, era entrato negli anni ’90 a far parte della famiglia bianconera. All’inizio del nuovo millennio aveva ricoperto il ruolo di team manager, al fianco proprio di Luciano Spalletti. Era l’Udinese della storica qualificazione in Champions League, di Di Natale e Iaquinta, Pizarro e Bertotto, Di Michele e Muntari. L’attuale tecnico del Napoli è infatti rimasto molto turbato dalla notizia, vista la grande amicizia che lo legava a Toffolini. Il dirigente era ancora presente nell’organigramma friulano, anche se come agente commerciale. Lascia la moglie e un figlio. Le più sentite condoglianze alla famiglia.