Corea del Sud e Usa lanciano 4 missili in risposta ai test della Corea del Nord: oggi il Consiglio di sicurezza Onu

Le forze armate della Corea del Sud hanno ammesso che un missile balistico ha avuto un malfunzionamento ed è caduto a terra durante l'esercitazione.

Usa e Corea del Sud rispondono ai missili della Corea del Nord - Ansa Foto
Usa e Corea del Sud rispondono ai missili della Corea del Nord – Ansa Foto

Corea del Sud e Stati Uniti d’America hanno lanciato quattro missili terra-terra nel mare cinese orientale, dopo la provocazione di ieri, martedì 4 ottobre, da parte della Corea del Nord, che ha lanciato un missile che ha sorvolato i cieli del Giappone finendo in mare.

Le autorità di Tokyo avevano dato l’allarme e fatto riparare i cittadini nei rifugi sotterranei per sicurezza.

I lanci sono stati effettuati dalla base di Gangneung, la più vicina al confine con la Corea del Nord. Alcuni video mostrano un grande incendio divampare proprio in questa base, mentre altre fonti parlano di più esplosioni.

Malfunzionamento del missile balistico della Corea del Sud

Le forze armate della Corea del Sud hanno ammesso che un missile balistico ha avuto un malfunzionamento ed è caduto a terra durante l’esercitazione con gli Usa. Il boato dell’esplosione e il conseguente incendio hanno scatenato il panico tra i residenti della città costiera di Gangneung, che temevano di essere attaccati dalla Corea del Nord. I capi di Stato maggiore congiunti della Corea del Sud hanno dichiarato oggi, mercoledì 5 ottobre, non nessuno è rimasto ferito.

L’esercito ha fatto sapere che sta indagando sulle cause del “volo anomalo” del missile. In precedenza lo Stato Maggiore della Corea del Sud aveva annunciato che durante le esercitazioni congiunte erano stati lanciati con successo quattro missili Army Tactical MissileSystem e un altro Hyumoo-2 in risposta alla provocazione della Corea del Nord. Pyongyang infatti, ieri ha effettuato il primo test balistico in otto mesi, lanciando un missile IRBM che ha percorso circa 4.600 chilometri e ha sorvolato il Giappone.

Oggi il Consiglio di sicurezza Onu.

Oggi alle 21 ora italiana si terrà la riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza Onu, su richiesta degli Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Albania, Norvegia e Irlanda.