Avviso agli amanti dei salumi: grosso rischio, non comprate questo prodotto!

Avviso lanciato dal Ministero della Saluta per quanto riguarda un alimento, che certamente non lascia indifferenti moltissimi italiani

In Italia se c’è una tipologia di prodotti alimentari gustosi e di vario genere che fa impazzire tantissimi consumatori, questi sono i salumi. Ovvero gli insaccati (e non solo) tipicamente di carne suina trattati in diverse maniere.

salumi
Salumi di vario genere (pixabay)

Vere e proprie delizie, non proprio apprezzate da chi sceglie una dieta vegetariana o vegana, che speso arricchiscono le nostre tavole. Gli amanti della carne di maiale non possono davvero farne a meno.

Un salume molto particolare ma allo stesso tempo amatissimo è però a rischio. Stiamo parlando della porchetta, un tipo di preparazione di carne suina tipica dell’Italia centrale, esattamente della provincia di Roma e dei cosiddetti ‘Castelli’.

La porchetta che potrebbe recarvi dei problemi: non comprate questa marca

La porchetta, molto nota quella di Ariccia, è un piatto molto amato per diversi motivi. Sia per il suo utilizzo: può essere consumata come secondo piatto tipico, a fette accompagnata da un contorno. Ma anche come spuntino, all’interno di un panino assieme a salse o altri ingredienti. Va mangiata sia fredda che calda.

Sia per il sapore molto particolare: il gusto della carne suina viene accostato dall’affumicatura e dalle spezie nell’atto della preparazione. Ciò rende la porchetta uno dei prodotti regionali più particolari d’Italia.

porchetta
La porchetta di Ariccia (pixabay)

Occhio però: gli amanti della porchetta dovranno stare attenti in questi giorni a dove acquistarla. Infatti il Ministero della Salute ha emesso ieri un avviso di richiamo per un marchio specifico che produce e vende questo tipo di salume.

Pare infatti che le confezioni di porchetta di Ariccia dei supermercati Iperal siano state infettate. Rischio microbiologico, come spiega il Ministero. Vale a dire che, durante la preparazione e l’imballaggio del prodotto, è possibile sia entrato in contatto con microbi e batteri che teoricamente diventano nocivi per l’organismo umano.

La catena dei supermercati Iperal è tipica della regione Lombardia. I punti vendita sono infatti circoscritti nelle province di Sondrio, Lecco, Como, Varese, Monza Brianza, Brescia e Bergamo. Dunque gli abitanti di queste zone dovranno a tutti i costi evitare di acquistare e consumare la porchetta della medesima marca e produzione.