Il premio Nobel per la Fisica va ai tre pionieri dell’informazione quantistica

Nel 2010 i tre ricercatori avevano già condiviso il premio Wolf per la fisica "per i loro fondamentali contributi teorici e sperimentali ai fondamenti della fisica quantistica". 

Alain Aspect, John F. Clauser, Anton Zeilinger - Foto di Ansa Foto
Alain Aspect, John F. Clauser, Anton Zeilinger – Foto di Ansa Foto

Sono il francese Alain Aspect, l’americano John Clauser e l’austriaco Anton Zeilinger i tre premi Nobel 2022 per la Fisica, per aver posto le basi del futuro dell’informazione.

Il primo ha 75 anni ed è affiliato con l’Università francese di Paris-Saclay e Polytechnique, il secondo ne ha 79 e il terzo, dell’Università di Vienna, ne ha 77. L’annuncio è stato dato a Stoccolma dalla segreteria dell’Accademia svedese delle Scienze.

Il riconoscimento è stato attribuito per gli esperimenti con fotoni sulla correlazione quantistica, “che stabiliscono la violazione del teorema delle disuguaglianze di Bell ed aprono la strada alla scienza dell’informazione quantistica”. I tre hanno svolto esperimenti sul fenomeni dell’entanglement, una specie di abbraccio a distanza delle particelle, che hanno aperto la strada ai velocissimi computer quantistici, a prova di hacker.

Nel 2010 i tre ricercatori avevano già condiviso il premio Wolf per la fisica “per i loro fondamentali contributi teorici e sperimentali ai fondamenti della fisica quantistica”. 

Le prossime assegnazioni dei premi Nobel 2022

L’assegnazione dei Nobel continuerà domani, mercoledì 5 ottobre, con il premio per la Chimica, giovedì 6 ottobre con il premio per la Letteratura. Quello per la Pace verrà assegnato venerdì, mentre quello per l’Economia il 10 ottobre.

La settimana degli annunci si era aperta ieri con l’assegnazione del premio per la Medicina, andato allo svedese Svante Paabo, per aver svelato segreti del Dna di Neanderthal, che hanno fornito informazioni chiave sul nostro sistema immunitario.

I premi prevedono un riconoscimento in denaro di 10 milioni di corone svedesi e verranno consegnati il 10 dicembre. Il denaro proviene da un lascito del creatore del premio, l’inventore svedese Alfred Nobel, morto nel 1895.