Bonus Trasporti 2022, grandi notizie per gli italiani: c’è posto per tutti

Bonus Trasporti 2022, grandi notizie per gli italiani: c’è posto per tutti. I fondi sono sufficienti per sostenere altri mesi di domande

Una corsa contro il tempo per formare il nuovo governo, che arriverà a metà ottobre. Ma intanto quello in carica continua a coprire alcune delle esigenze primarie degli italiani sostenendo le spese con una serie di agevolazioni. Come il Bonus Trasporti 2022 che anche ad ottobre ci farà compagnia.

Bonus Trasporti 2022, grandi notizie per gli italiani (ANSA)

Dal 1° ottobre infatti è possibile presentare nuovamente domanda per abbonamenti mensili destinati al trasporto pubblico, per chi lo abbia già utilizzato nel mese di settembre. Oppure per coprire parte dei costi per abbonamenti annuali, per coloro che non abbiano fatto richiesta nel mese scorso.

Un sostegno pensato per ridurre le spese di studenti e lavoratori, soprattutto i pendolari, con un buono da utilizzare per l’acquisto di abbonamenti. Serviranno per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale ma anche per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. Il bonus è riconosciuto esclusivamente alle persone fisiche che nel 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro.

Bonus Trasporti 2022, grandi notizie per gli italiani:

La domanda per il Bonus Trasporti 2022 deve essere presentata attraverso la piattaforma web del Ministero del Lavoro (all’indirizzo bonustrasporti.lavoro.gov.it). L’accesso è consentito solo con SPID oppure con CIE (la Carta di Identità Elettronica) e nessun’altra forma.  Non è necessario produrre l’ISEE ma solo autocertificare il reddito per dimostrare di rientrare nel beneficio.

Al termine della procedura si ottiene un codice o un QR code da presentare in biglietteria oppure online al momento dell’acquisto che deve essere speso nel mese di emissione. E il valore è pari al 100% della spesa da sostenere per l’acquisto dell’abbonamento entro il 31 dicembre 2022 ma con un importo massimo di 60 euro. Se il richiedente non  conosce l’importo esatto dell’abbonamento, comunque richiede il Bonus per il valore massimo di 60 euro. Sarà poi il gestore a prelevare la parte corrispondente al valore dell’abbonamento.

Sciopero trasporti pubblici - Foto di Ansa Foto
Come funziona il Bonus Trasporti 2022 (ANSA)

Inoltre è possibile annullare un bonus già emesso, nel caso in cui il richiedente presenti domanda per un’altra emissione nello stesso mese solare. Basta accedere alla propria sezione nel portale Bonus Trasporti ed entrare nella sezione “Visualizza buono”  procedendo all’annullamento del buono premendo sull’icona del cestino.