Smartphone, niente più problemi con la batteria: il trucco per renderla inesauribile

Svelati alcuni semplici modi per rendere la batteria del proprio cellulare più resistente e non farla scaricare troppo presto

Ognuno di noi ormai possiede uno smartphone. Ovvero un cellulare di ultima generazione, capace di eseguire moltissime azioni con un semplice click sul proprio schermo. Ma molti di questi cellulare hanno un difetto comune.

Smartphone attaccato alla corrente (Pixabay)

Vale a dire la batteria. La carica interna, non più intercambiabile, di questi smartphone può dare dei problemi ed usurarsi in poco tempo. Sono molti gli utenti che denunciano la scarsa resistenza della propria batteria e, di conseguenza, del tempo di utilizzo del telefono.

Inoltre con il caro energia che stiamo vivendo, non è il massimo dover attaccare continuamente lo smartphone alla presa della corrente per ricaricare la batteria stessa. Oggi però vi sveliamo alcuni trucchi interessanti per dare maggiore vita alla batteria e renderla quasi inesauribile.

I tre modi per non far scaricare la batteria dei vostri cellulari: non ci avevate mai pensato!

Il primo modo per dare lunga vita alla batteria riguarda la gestione della ricarica sulla corrente elettrica. In molti infatti pensano che basti caricare poco la batteria dello smartphone per non usurarla col tempo, ma il deterioramento della batteria è in genere legato ai cosiddetti cicli di ricarica.

Il consiglio dunque è di mantenere sempre lo stato della batteria tra il 20% e l’80% ed evitare le ricariche rapide. Puntare sempre su una ricarica lenta che danneggia meno l’unità interna del cellulare.

Smartphone in carica (Pixabay)

Altro trucchetto intelligente è quello di chiudere tutte le app in background. Sembra un consiglio ovvio, ma in molti spesso dimenticano che tenere le applicazioni in stand-by ed in semi-utilizzo non fa bene alla batteria.

Dunque, quando non usate più una app, è sempre bene ricordare di chiuderle manualmente. In questo modo lo smartphone sforza meno la propria memoria di utilità e di conseguenza la batteria respira maggiormente.

Infine l’ultimo consiglio semplice ma decisivo è quello di tenere chiusi il più possibile due servizi standard del proprio smartphone. Ovvero il GPS ed il bluetooth. Si tratta di due tecnologie utilissime, ma che consumano molto in fatto di energia. Quando non vi servono effettivamente, queste due app vanno disattivate per non sprecare batteria.