Gli italiani scelgono Giorgia Meloni: il centrodestra stravince le elezioni

È Giorgia Meloni la vera vincitrice delle elezioni politiche 2022: Fratelli d'Italia è il primo partito, sbancando su tutti gli altri. Potrebbe diventare lei la prima premier donna italiana.

Giorgia Meloni - Foto di Ansa Foto
Giorgia Meloni – Foto di Ansa Foto

Il prossimo governo italiano sarà targato centrodestra. I cittadini alle urne hanno deciso di dare fiducia in particolare a Fratelli d’italia che si conferma primo partito sia alla Camera sia al Senato.

I dati del Viminale non sono ancora definitivi ma ormai sono chiari. Al Senato FdI ha ottenuto il 26,10% attestandosi anche come partito più forte rispetto agli altri della coalizione di centrodestra, e sbancando su  Lega (8,89%), Forza Italia (8,27%) e Noi Moderati che non riesce a raggiungere la soglia del 3% (0,89%).

Stesso risultato alla Camera, dove il partito di Giorgia Meloni ha ottenuto il 26,07%, rispetto all’8,81% della Lega, l’8.10% di Forza Italia e lo 0.91 di Noi Moderati, che neanche raggiunge la soglia del 3%.

I cittadini non premiano il voto utile del Pd: Impegno Civico fuori dal Parlamento

Gli italiani non hanno premiato il “voto utile” invocato dal Pd, che al Senato ha raggiunto il 18,9%, seguito dagli altri partiti della coalizione di centrosinistra. Alleanza Verdi e sinistra hanno ottenuto il 3.53% delle preferenze, Più Europa il 2,94% e Impegno Civico lo 0,56.

Alla Camera invece, i Dem hanno raggiunto il 19,11%, mentre l’Alleanza Verdi e Sinistra sono al 3.64%, seguiti da Più Europa con il 2,83 e Impegno Civico allo 0,60%.

Le percentuali delle due coalizioni alla Camera sono 43,87% per il centrodestra e 26,18% per il centrosinistra, mentre al Senato sono 44,14% per il centrodestra e 26,01% per il centrosinistra.

La sorpresa del Movimento 5 Stelle: terzo partito in Italia

Grande sorpresa per il Movimento 5 Stelle che ha registrato una rimonta importante rispetto a quelle che erano le proiezioni pre-voto. Il partito di Giuseppe Conte ha ottenuto il 15,46% al Senato e il 13,33% alla Camera. I dati del Viminale, come detto, non sono ancora definitivi ma già rispecchiano l’indicazione degli italiani che hanno scelto il M5S come terzo partito italiano.

Azione-Italia Viva vicini all’8%

Azione-Italia Viva di Carlo Calenda e Matteo Renzi ha ottenuto il 7,78% alla Camera e il 7,73 al Senato. Con ogni probabilità molti partiti non siederanno in Parlamento: tra questi Italexit, Unione Popolare, Italia Sovrana e Popolare, De Luca sindaco d’Italia, Vita, Pci, Noi di Centro, Alternativa per l’Italia, il Partito Animalista, il Partito comunista dei lavoratori, Destre Unite e Forza del Popolo.

Ma l’affluenza crolla

L’affluenza al voto è in calo rispetto al 2018 di circa il 10%. Ha votato il 63,91 degli italiani, mentre nella precedente tornata elettorale si era recato alle urne il 73% dei cittadini. Complice il maltempo in alcune regioni italiane, il crollo dell’affluenza è stato simile in quasi tutte le principali città.