Anche Beppe Grillo commenta i risultati delle elezioni 2022. E lo fa da par suo: non rilasciando una dichiarazione ma inquadrando un nespolo. Sì: il fondatore, assieme a Gianroberto Casaleggio, del Movimento 5 Stelle paragona il partito al nespolo in questione. E lo fa con una similitudine: “Il grande nespolo, gliene abbiamo fatte di tutti i colori a questo nespolo negli anni, eppure è rigoglioso e verde – commenta Grillo nel suo video – E nonostante tutto sopravvive con un filo di linfa che c’è dentro.”

Beppe Grillo e il nespolo Movimento 5 Stelle
Il nespolo di Beppe Grillo

Nel suo elogio del nespolo, Grillo continua: “Sopravvive con un po’ di tronco: va su. E fa delle nespole bellissime, questo è il Movimento 5 stelle, è il simbolo, il nespolo vivo.” Insomma: nonostante scissioni, contestazioni, malumori interni. Il Movimento 5 Stelle è vivo e vegeto. Tornando ad affermare una sua centralità nella vita pubblica italiana, con un risultato che supera il 15 percento a livello nazionale e ne fa il terzo partito dopo il Fratelli d’Italia e Partito Democratico. Un risultato più che lusinghiero, maturato soprattutto al Sud Italia e nella provincia di Napoli.

Beppe Grillo e il nespolo: i risultati del Movimento 5 Stelle alle urne

Tra Il capoluogo partenopeo e la sua provincia, infatti, il Movimento 5 Stelle è primo partito con oltre il 40 percento delle preferenze. Arrivando ad aggiudicarsi tutti i collegi uninominali. Compreso quello, parecchio atteso, di Fuorigrotta (quartiere di Napoli) che vedeva l’ex ministro pentastellato Sergio Costa contrapposto all’ex capo politico dei 5 Stelle Luigi Di Maio. Una vittoria che alla fine ha arriso al primo, che ha battuto nettamente il quasi ex ministro degli Esteri. Il quale, non avendo superato nemmeno l’1 percento al plurinominale col suo nuovo partito Impegno Civico, non siederà in Parlamento durante la prossima legislatura.