“Chiedete il nostro voto, ma ignorate la nostra voce”: il corteo dello sciopero globale per il clima si apre con questo slogan, stampato su un lungo striscione che ha attraversato le strade della Capitale.

Da Piazza della Repubblica ai Fori Imperiali hanno sfilato i ragazzi di Friday for Future. “Fra due giorni ci saranno le elezioni e i programmi dei partiti sulla crisi ambientale sono poveri di contenuti concreti. Siamo qui in piazza per chiedere un cambiamento effettivo che parta dal basso”, spiegano i manifestanti.

fridays for future

“Il mondo è nostro, levatevi di dosso”, “Siamo noi l’energia rinnovabile”, “Il clima sta cambiando la politica”: sono solo alcuni dei cartelli portati in piazza dai ragazzi.