Addio Schumacher, arriva un incredibile annuncio: nessuno lo avrebbe immaginato

Addio Schumacher, arriva un incredibile annuncio: nessuno lo avrebbe immaginato. Il futuro sembra ormai già scritto

Il figlio del grande Michael è impegnato in Formula 1 con il team Haas. Dopo i complimenti e i buoni risultati di questa stagione, però, rischia di perdere il posto per il 2023.

Addio Schumacher
Michael e Mick Schumacher (foto di Inews24.it)

Michael Schumacher sarebbe orgoglioso del suo giovane Mick. Il secondogenito è sbarcato in Formula 1 ormai da un paio d’anni e in questa stagione sta dimostrando di poter andar forte. Con la Haas, finalmente più competitiva rispetto al 2021, si è giocato diverse volte l’accesso alla zona punti e anche in qualifica ha mostrato spetto un ottimo potenziale. Un compagno di box come Kevin Magnussen non è di certo semplice da battere, ma con il passare delle gare il tedesco sembra aver preso le misure. Questo suo ottimo rendimento non gli consente però di essere sicuro della permanenza in uno dei 10 team del Circus per il 2023. Il mercato piloti vivrà una bella rimescolata nel prossimo campionato, in virtù dei molti cambiamenti in arrivo. Fernando Alonso ha innescato la carambola che porterà lui in Aston Martin (al posto di Vettel), Oscar Piastri in McLaren (al posto di Ricciardo), Gasly in Alpine al fianco di Ocon e l’australiano ex Red Bull come possibile primo pilota in Haas )o Williams).

Addio Schumacher, per il giovane Mick rischia di non esserci posto in F1: “Ha il 50% di possibilità”

Mick Schumacher
Mick Schumacher (AnsaFoto)

In questo tourbillon di sedili, Mick Schumacher rischia di rimanere scottato. Il suo nome era stato accostato all’Alpine, prima che venisse scelto Gasly, così come alla McLaren come post-Ricciardo. Ora le porte si stanno via via chiudendo e la permanenza in Haas sembra la sua unica chance. Come confermato dal team principal, Gunther Steiner, Kevin Magnussen ha il contratto per un’altra stagione, mentre il figlio d’arte è in scadenza. Dopo aver terminato il suo legame con la Ferrari Driver Academy, ora il #47 dovrà vedersela da solo. La decisione finale, come ribadito da Steiner, spetta comunque alla Haas.

Mi fanno sempre queste domande. È certamente possibile che Schumacher sia nell’abitacolo della Haas anche il prossimo anno, ma la probabilità è ‘fifty-fifty’“, ha detto il manager di Merano ai tedeschi di Rtl. “Non dobbiamo decidere ora. Ci si mette sotto pressione e noi non ne abbiamo bisogno, facciamo solo del male a noi stessi. Vogliamo vedere cosa succede, dopotutto Mick ha fatto una buona gara a Monza. L’elenco per il 2023 è certamente lungo”. Vedremo quindi nelle prossime settimane cosa succederà.