Guerra in Ucraina, 8 missili su Zaporizhzhia, Zelensky: “Controffensiva non è finita”

"Izyum, Balakliia, Kupiansk: questi nomi suonano ovunque. Anche Mariupol, Melitopol, Kherson, sono nomi che suoneranno, ma ancora più spesso e più forte quando le avremo liberate", dichiara il presidente ucraino.

Guerra in Ucraina - Foto di Ansa Foto
Guerra in Ucraina – Foto di Ansa Foto

Guerra in Ucraina: nelle prime ore del mattino l’esercito russo ha lanciato otto missili su Zaporizhzhia, al Sud, dov’è situata la più grande centrale nucleare d?Europa.

A dare la notizia, il capo dell’amministrazione regionale Oleksandr Starukh sui social: “Secondo le prime informazioni, uno dei razzi ha colpito il centro regionale di Zaporizhzhia, vicino al fiume Dnipro. Non ci sono ancora informazioni di eventuali vittime o feriti”. 

Anche la compagnia nucleare statale Energoatom ha lanciato una notizia, riportata da Espresso Tv: “Poco dopo la mezzanotte, l’esercito russo la lanciato un attacco missilistico sulla zona industriale della centrale nucleare di Pivdennoikrainsk, nella regione meridionale di Mykolaiv. La potente esplosione è avventa a soli 300 metri dai reattori. L’onda d’urto ha danneggiato gli edifici della centrale. Sono state scollegate anche tre linee elettriche ad alta tensione. Attualmente tutte e tre le unità di potenza centrale funzionano normalmente. Non ci sono vittime tra il personale”.

Guerra in Ucraina: 4 medici morti durante evacuazione ospedale

Ieri sono morti quattro medici e sono rimasti feriti due pazienti durante un bombardamento russo a Strelecha, a Kharkiv, durante un’evacuazione dei pazienti da un ospedale psichiatrico colpito dai missili. Lo ha denunciato Oleg Sinegubov, capo dell’amministrazione statale regionale di Kharkiv. “Gli operatori sanitari, anche sotto i bombardamenti, rischiando la vita, hanno cercato di salvare i malati. È stato possibile evacuare trenta pazienti, in totale ce ne sono più di 600 nell’istituto. Durante l’evacuazione i russi hanno iniziato un massiccio bombardamento”. 

Zelensky: “Ci prepariamo alla prossima serie dei vittorie”

Forse alcuni di noi ora pensano che dopo una serie di vittorie ci sia una pausa. Ma non è così: è la preparazione per la prossima serie di vittorie e di riconquista”. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo video serale. Ha affermato che la controffensiva che ha portato alla riconquista di alcuni territori occupati, tra cui Izyum, è solo in pausa, ma non è finita ed ha annunciato anche la liberazione della Crimea: “Izyum, Balakliia, Kupiansk: questi nomi suonano ovunque. Anche Mariupol, Melitopol, Kherson, sono nomi che suoneranno, ma ancora più spesso e più forte quando le avremo liberate”.