Dl Aiuti ter, via libera del Cdm: 14 miliardi stanziati

Per le famiglie c'è la proroga del bonus sociale, lo sconto nelle bollette di luce e gas il cui tetto Isee viene alzato da 12 a 15mila euro.

Palazzo Chigi - Foto di Ansa Foto
Palazzo Chigi – Foto di Ansa Foto

Via libera al Decreto Aiuti ter: il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità i sostegni a famiglie e imprese contro il caro energia.

Sono stati stanziati 400 milioni di euro per il Servizio sanitario nazionale, suddivisi tra regioni e province autonome per far fronte ai rincari nel settore ospedaliero, incluse le Rsa e le strutture private.

Altri 190 milioni saranno destinati al sostegno delle aziende agricole, con interventi per la riduzione dei costi del gasolio agricolo, dei trasporti e dell’alimentazione delle serre. Altri 10 milioni saranno stanziati per le scuole paritarie.

La dote per il decreto è salita a circa 14 miliardi. Di questi, 6,2 arrivano da maggiori entrate che si possono utilizzare dopo l’autorizzazione del Parlamento.

Prorogato il bonus sociale

Tra le misure che hanno ottenuto il via libera del Consiglio dei ministri, c’è la proroga del credito di imposta. Da ottobre sale ed è stato esteso a tutte le imprese. Per le famiglie invece, c’è la proroga del bonus sociale, lo sconto nelle bollette di luce e gas il cui tetto Isee, per poterne beneficiare, viene alzato da 12 a 15mila euro. Per le imprese invece, col nuovo Decreto Aiuti arriva la proroga e il rafforzamento del credito di imposta, che sarà allargato anche alle piccole imprese compresi ristoranti e bar.

Ci sarà anche un bonus una tamtum di 150 euro per chi percepisce redditi inferiori a 20mila euro lordi annui.