007 Usa: “Dalla Russia 300 milioni di dollari per manipolare le democrazie”, Lega: “Basta insinuazioni”

"Vorrei sapere i nomi, se esistono, di eventuali beneficiari italiani. Perché è alto tradimento". Così su Twitter Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d'Italia. 

Vladimir Putin - Foto di Ansa Foto
Vladimir Putin – Foto di Ansa Foto

Dal 2014, anno dell’occupazione della Crimea, la Russia avrebbe finanziato con oltre 300 milioni di dollari i partiti, dirigenti e politici stranieri di oltre una ventina di Paesi per esercitare il suo soft power.

Il Cremlino si starebbe preparando ad affidarsi sempre di più alla propaganda per tentare di minare le sanzioni internazionali per la guerra in Ucraina. A rivelarlo è stato un alto funzionario dell’amministrazione Biden in una conference call, mentre il segretario di Stato Antony Blinken rendeva noto un cable inviato a numerose ambasciate e consolati Usa all’estero, in Europa, Africa e Asia del Sud.

Il cable contiene una serie di talking point che i diplomatici Usa dovranno fare presente ai governi la presunta interferenza russa. La notizia ha seminato il panico soprattutto in Europa ed è già entrata nel dibattito politico, specie nei Paesi dove sono in corso le campagne elettorali.

Non è la prima volta che gli 007 Usa denunciano l’influenza della Russia esercitata con finanziamenti ai partiti nazionalisti, anti-europei e di estrema destra, che rappresentano circa il 20% del Parlamento europeo.

La Lega si difende: “Basta insinuazioni, quereleremo ci ci citerà impropriamente”

In Italia Lega è già pronta a difendersi dai possibili attacchi degli altri partiti concorrenti, con l’ipotesi che utilizzino questa notizia per accusare il Carroccio di aver preso i finanziamenti. “L’unica certezza è che a incassare denaro dal Cremlino è stato prima il Partito comunista italiano e in epoca recente La Repubblica, che per anni ha allegato la rivista Russia Oggi. La Lega ha dato mandato ai propri legali di querelare chiunque citi impropriamente il partito e Matteo Salvini come è già accaduto in alcuni contesti televisivi con particolare riferimento al sindaco del Pd Matteo Ricci. Non saranno più tollerate falsità e insinuazioni: ora basta”, scrive la Lega in una nota.

Crosetto: “Vorrei sapere se ci sono beneficiari italiani, perché è alto tradimento”

Dicono che la Russia abbia finanziato partiti in 20 nazioni, dal 2014, con oltre 300 milioni di dollari. La cosa non mi stupisce perché c’era una tradizione antica da parte loro. Però vorrei sapere i nomi, se esistono, di eventuali beneficiari italiani. Perché è alto tradimento”. Così su Twitter Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d’Italia.

Letta: “Intervenga il Copasir”

In Italia ci deve essere la dovuta informazione e chiarezza prima del voto. Gli italiani prima di andare al voto sappiano se partiti politici di questo Paese siano stati finanziati da una potenza, la Russia, che oggi è contro l’Europa, ha invaso l’Europa. Quindi noi chiediamo al governo italiano di dare le informazioni, che il Copasir intervenga: è fondamentale che l’opinione pubblica sappia se ci sono partiti pagati dalla Russia stessa in tutta questa operazione”. Queste le parole del segretario del Pd Enrico Letta a Cartabianca su Rai Tre.

M5S: “Nessuno pieghi interessi nazionali a quelli politici”

Il Movimento 5 Stelle sempre agisce in piena trasparenza: ci auguriamo venga fatta chiarezza quanto prima e che il Copasir indaghi con il pieno sostegno di tutte le forze parlamentari. Non possiamo inoltre non esprimere una certa preoccupazione per il fatto che la parte finale della campagna elettorale possa essere inquinata da fattori esterni. Ci auguriamo che nessuno pieghi una questione di sicurezza nazionale a biechi interessi politici”, scrive il M5S in una nota.