Bonus carburante 2022, tutto pronto: come presentare la domanda

Bonus carburante 2022, tutto pronto: come presentare la domanda. Aperto il canale per le richieste, a chi è dedicato e cosa serve

In attesa di capire cosa succederà nelle prossime settimane con i rincari folli per gas ed elettricità, arriva finalmente in aiuto concreto per le imprese in difficoltà. Stiamo parlando del Bonus carburante 2022: se ne parla da mesi, è stato inserito bel DL Aiuti del governo e finalmente ora può anche essere richiesto.

Bonus carburante 2022, al via le domande (ANSA)

Gli automobilisti italiani quindi tirando un sospiro di sollievo? In realtà no, perché questa è una misura specifica destinata alle imprese che lavorano con l’autotrasporto ed è erogata come credito d’imposta per fronteggiare il caro carburante provocato dalla guerra in Ucraina.

Da qualche ora quindi è disponibile la piattaforma predisposta dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli per richiederlo. Ma attenzione però ai tempi, perché il sito specifico sul quale presentare la domanda rimarrà aperto solo fino all’11 ottobre 2022. E soprattutto per i rimborsi sarà scelto un criterio temporale in base alla data di presentazione delle domande: quindi chi prima fa, prima può sperare di ricevere il sostegno.

Bonus carburante 2022, tutto pronto: chi può richiedere il sostegno al governo

Come funziona quindi il Bonus carburante 2022? Andrà a coprire il 28% delle spese effettuate nel primo trimestre 2022 per l’acquisto di gasolio (al netto dell’IVA). La domanda può essere inoltrata soltanto dalle imprese che hanno sede legale o un’organizzazione stabile in Italia.

Inoltre al momento della presentazione della domanda devono essere iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori e al Registro elettronico nazionale per l’anno 2022. E poi c’è un altro criterio da rispettare: le imprese devono anche essere impegnate in attività di logistica e trasporto di merci per conto di terzi. Sono considerati validi solo i veicoli di massa totale pari o superiore a 7,5 tonnellate con motori diesel di categoria Euro 5 o superiore.

Caro Benzina
La soluzione del governo al caro carburanti (ANSA)

Per entrare sulla piattaforma si devono usare le credenziali di identità digitale SPID, della Carta d’Identità Elettronica o CNS. Nel periodo di apertura della piattaforma, è possibile inserire una domanda oppure inserirne una in sostituzione della precedente solo nel caso in cui non risulti già accettata. Infine inserire una nuova domanda in sostituzione della precedente in base ad un esito negativo (visualizzabile nell’area riservata). Ricordiamo infine che il credito d’imposta sarà utilizzabile esclusivamente come compensazione, presentando il modello F24.