Meteo, la settimana si apre con l’ennesima rimonta dell’anticiclone: arriva Bacco

Questa settimana si aprirà con l’ennesima rimonta dell’anticiclone che stavolta prende il nome di Bacco. Scopriamo cosa succederà al meteo italiano.

Il meteo italiano in questo inizio di settimana sarà caratterizzato dall’incredibile rimonta dell’anticiclone africano, che stavolta verrà chiamato Bacco. Tornano a salire le temperature sulla penisola. Andiamo a vedere cosa sta succedendo.

Meteo
La situazione meteorologica sulla penisola nostrana (Via Pixabay)

In queste ore sull’Italia farà nuovamente capolino l’anticiclone Bacco. Sarà proprio lui il protagonista del tempo dei prossimi giorni anche se non sembra riuscire a durare molto a lungo, almeno su alcuni settori del Paese. Infatti la ragione di questo suo ritorno sul bacino del Mediterraneo e quindi anche sull’Italia, sarà causata dal solito meccanismo che ogni Estate sviluppa le tanto temute e sempre più forti ondate di calore sul mare nostrum. Con una depressione posta all’altezza del Portogallo, le calde correnti sahariane risaliranno sulla penisola.

Tra Lunedì 12 e Martedì 13 infatti avremo un promontorio di matrice africana calda inizierà a far sentire la sua calda e stabile influenza. La prima regione influenzata sarà la Sardegna ed il comparto tirrenico dove le temperature raggiungeranno valori superiori ai 30 gradi. Ma il picco di calore nel corso della settimana, salvo sorprese, dovrebbe verificarsi nella giornata di Giovedì 15, quando una vera e propria bolla d’aria africana dovrebbe avvolgere la penisola. Scopriamo quindi cosa succederà nelle prossime 24 ore sul Paese.

Meteo, ritorno inaspettato dell’anticiclone: tutte le previsioni

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola (Via Pixabay)

Questa giornata di lunedì sarà stabile e soleggiata sulla penisola italiana. Sarà fatta eccezione solamente per una certa nuvolosità che si svilupperà nel pomeriggio lungo la dorsale appenninica, specie sul settore tosco-emiliano, su quello calabro-lucano e sulle zone interne della Sicilia ionica. Qui però non c’è il rischio di fenomeni associati. Ovviamente anche le temperature saranno destinate a salire nelle prossime ore. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa succederà sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo dal mattino cielo in prevalenza poco nuvoloso. Infatti troveremo un cielo con nubi sparse solamente su Triveneto al mattino e sulle Alpi al pomeriggio. Le temperature risulteranno stazionarie, con massime che andranno dai 25 ai 29 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una giornata ampiamente soleggiata con solamente dei modesti addensamenti cumuliformi al pomeriggio in Appennino. Altrove, come per le regioni settentrionali, non ci saranno altri fenomeni da segnalare. Le temperature risulteranno stazionarie ed andranno a stabilizzarsi tra i 27 ed i 31 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo un inizio di giornata poco o irregolarmente nuvoloso. Infatti i maggiori addensamenti copriranno in Appennino e tra Calabria e Sicilia ionica. A sorpresa le temperature faranno registrare una leggera flessione, con massime che andranno dai 26 ai 31 gradi.