Il commissario Montalbano, stravolto tutto: i fan della serie restano senza parole

Il commissario Montalbano, stravolto tutto: i fan della serie restano senza parole.

Luca Zingaretti racconta con piacere quando aveva firmato un contratto per giocare come calciatore nel Rimini FC. Rimase solo tre mesi: quando si rese conto di essere stato ammesso ad uno dei corsi della prestigiosa Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, accantonò subito la sua carriera come giocatore.

Una foto di scena della serie "Il commissario Montalbano", dove il protagonista ed il regista è Luca Zingaretti (foto ANSA/UFFICIO STAMPA RAI).
Una foto di scena della serie “Il commissario Montalbano”, dove il protagonista ed il regista è Luca Zingaretti (foto ANSA/UFFICIO STAMPA RAI).

La passione del calcio gli è sempre rimasta, tanto che oggi è una presenza costante della Nazionale cantanti. Se però la carriera nello sport sarebbe stata per lui la realizzazione di un grande sogno, la recitazione sarebbe stato per lui qualcosa di ancora più grande. Come l’attore ha raccontato al The Times, si era anche sentito un po’ costretto a questa scelta.

Il commissario Montalbano, tutto pronto per il ritorno in Tv

Il fatto che l’amico di Luca Zingaretti non fosse stato accettato in accademia aveva fatto sentire l’attore ancora più obbligato ad accettare l’opportunità. Fino ai 36 anni la sua carriera stentò a decollare, fino a quando incontrò il personaggio Salvo Montalbano. È proprio con il ruolo del commissario che ha raggiunto una fama mondiale.

La puntata de Il commissario Montalbano "L'altra parte del filo". Da sinistra: il commissario Salvo Montalbano (Luca Zingaretti) e Domenico "Mimì" Augello (Cesare Bocci). Foto © Rai.
La puntata de Il commissario Montalbano “L’altra parte del filo”. Da sinistra: il commissario Salvo Montalbano (Luca Zingaretti) e Domenico “Mimì” Augello (Cesare Bocci). Foto © Rai.

Se inizialmente Luca Zingaretti considerava chiusa la saga de Il commissario Montalbano, in una recente intervista a La Stampa si è mostrato più morbido: “Magari un domani ne riparleremo e ci verrà voglia di girarlo in senso di affetto e rispetto per chi non c’è più“. Il riferimento va allo scrittore Andrea Camilleri a cui si ispira la fiction Rai, morto nel 2019.

Quando torna l’amatissima fiction di Rai 1: tutti i dettagli

A partire dal prossimo 14 settembre Il commissario Montalbano tornerà sul piccolo schermo. Come riferisce Tv Sorrisi e Canzoni, andranno in onda i primi quattro episodi della serie: “Il ladro di merendine”, “La voce del violino”, “La forma dell’acqua” e “Il cane di terracotta”. Su tutto il girato è stato fatto un interessantissimo lavoro di restauro.

Il commissario Montalbano (Luca Zingaretti) è stato a lungo corteggiato da Ingrid Sjöström (Isabell Sollman), che ha cercato di avvicinarsi a lui come amica del cuore e confidente (foto © Rai).
Il commissario Montalbano (Luca Zingaretti) è stato a lungo corteggiato da Ingrid Sjöström (Isabell Sollman), che ha cercato di avvicinarsi a lui come amica del cuore e confidente (foto © Rai).

Nel 1999 Il commissario Montalbano fu girato in pellicola a 25mm., che è quella utilizzata per i prodotti cinematografici. Si è quindi potuto aumentare la risoluzione fino a 4k, con un lavoro che ha richiesto fino a 90 giorni per ogni episodio. Il produttore Marco Camilli ha definito il risultato emozionante, con immagini ed audio portati a nuova vita.

Ecco un’immagine del periodo in cui Luca Zingaretti aveva provato la carriera da calciatore: