Guerra in Ucraina, “russi in difficoltà”: Mosca invia 1.300 soldati ceceni a Kherson

Sul fronte diplomatico si registra una visita a sorpresa oggi a Kiev da parte della ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock: "Siamo vicini all'Ucraina".

Guerra in Ucraina - Foto di Ansa Foto
Guerra in Ucraina – Foto di Ansa Foto

Guerra in Ucraina: due civili sono stati uccisi e altri cinque sono rimasti feriti durante i bombardamenti russi di ieri, venerdì 9 settembre, nella regione ucraina di Donetsk. Lo ha fatto sapere su Facebook il capo dell’amministrazione militare regionale Pavlo Kyrylenko.

In questa regione, dall’inizio dell’invasione sono stati uccisi 821 civili e 2.053 persone sono rimaste ferite. Secondo l’ultimo report degli 007 britannici, la controffensiva ucraina del 6 settembre al Sud di Kharkiv, ha colto di sorpresa le forze russe, mantre prosegue la controffensiva nella regione di Kherson.

Mosca invia soldati ceceni a Kherson

Con queste due operazioni, la difesa russa è sotto pressione sia al Nord che al Sud. Mosca ha inviato quindi 1.300 soldati ceceni nella regione di Kherson, come riferisce lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, sottolineando che i soldati sono stati inviati a sostegno delle truppe di Mosca nelle zone occupate della regione, nel contesto della controffensiva ucraina.

Baerbock visita a sorpresa Kiev

Sul fronte diplomatico si registra una visita a sorpresa oggi a Kiev da parte della ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock, per ribadire il sostegno della Germania a Kiev. “Oggi mi trovo a Kiev per dimostrare che possono continuare a contare su di noi. Che continueremo a stare al fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario, con forniture e sostegno umanitario e finanziario”, ha dichiarato la ministra.