Il dramma di Fiorello: “Io e mia madre abbiamo rischiato grosso, sono vivo per miracolo”

Il racconto intimo e drammatico del passato di Rosario Fiorello, uno degli showman italiani più amati ed apprezzati dal pubblico

Senza dubbio la stragrande maggioranza del pubblico italiano adora Rosario Fiorello. Uno showman che da anni intrattiene gli spettatori, tra programmi televisivi, radiofonici e anche spettacoli dal vivo.

fiorello
Rosario Fiorello (Ansa foto)

Un comico nato Fiorello, che fin da quando conduceva da giovanissimo il Karaoke aveva dimostrato tutto il suo humor e la capacità di intrattenere ed improvvisare. Non a caso Amadeus, suo amico fraterno, lo vuole sempre con sé nelle edizioni del Festival di Sanremo.

Però Sanremo per Fiorello non è solo gioia, successo e prestigio. Un brutto ricordo accompagna l’ex conduttore di Viva Radio Due nelle esperienze sanremesi: “Ho una ritrosia per il Festival di Sanremo che mi riporta alla morte di mio padre. Chiamavo casa e non mi rispondeva nessuno. Poi ho fatto un giro di parenti e mi dissero che mio padre stava male, di tornare subito. In realtà se n’era già andato. Quando guardo il mare di Sanremo mi ricordo le tante lacrime che versai, mio padre mi manca molto”.

Il ricordo di Fiorello: ha rischiato di morire poco dopo la sua nascita

Dichiarazioni forti e sentimentali quelle di Fiorello, concesse nell’intervista ad Aldo Grasso sul Corriere della Sera.

Non tutte rose e fiori dunque nella vita del comico siciliano, che racconta anche di come rischiò di morire da piccolissimo: Quando stavo per nascere mia madre Rosaria ebbe una complicazione molto grave, i medici la davano per spacciata e io sarei morto con lei. Miracolo, alla fine ci siamo salvati tutt’e due. Io mi sarei dovuto chiamare Raffaele, come mio nonno, a quel punto mio padre decise di chiamarmi come mia madre, Rosario”.

fiorello
Fiorello e la madre Rosaria (websource)

Mamma Rosaria dunque fondamentale nella sua crescita. Ma anche la moglie Susanna, che lo ha risollevato da momenti difficili e complicati: “Dopo i primi insuccessi arrivò puntuale la depressione. Il resto lo sapete…Mia moglie Susanna mi ha rimesso sui binari giusti. Oggi sono orgoglioso di avere una famiglia felice, con lei e le mie bimbe Olivia e Angelica”.