Italiani infuriati: il sito più amato diventa irraggiungibile!

Gli italiani in queste ore sono una furia sul web. Infatti il sito tanto amato, al momento sembrerebbe essere irraggiungibile: cosa succede.

Sono tantissimi gli italiani che in queste ore hanno mostrato tutto il loro disappunto per l’oscuramento di uno dei siti web più amati e visitati sulla penisola. Scopriamo quindi cosa sta succedendo ed il motivo dietro la scelta.

Sito irraggiungibile
Il disappunto di milioni di italiani (via WebSource)

In queste ore una notizia sul web ha stupito milioni di italiani. Infatti Instagram ha deciso di sospendere l’account di Pornhub, uno dei più seguiti sul social di Meta. Prima della sospensione il profilo in questione noto per gli innumerevoli video con scene di sesso esplicito aveva 13,1 milioni di follower e oltre 6.200 post. I rappresentanti del colosso social non hanno spiegato ancora ufficialmente il motivi di questa decisione, ma è facile pensare che la direttiva sia arrivata direttamente dagli Stati Uniti.

Una mossa che arriva circa un mese dopo che Visa e Mastercard hanno interrotto i privilegi di pagamento di TrafficJunky. Stiamo parlando quindi del braccio pubblicitario della società madre di Pornhub, MindGeek. Il tutto è arrivato in seguito ad una vera e propria crociata contro il noto sito pornografico portata avanti negli USA da alcune associazioni no profit. Un esempio di questi è proprio il National Center on Sexual Exploitation, che si prefigge di “smascherare i legami tra tutte le forme di sfruttamento sessuale”. Scopriamo quindi cosa sta succedendo al noto sito di video pornografici.

Pornhub, il sito è irraggiungibile: cancellata la seguitissima pagina Instagram

Sito irragiungibile
Bannata la pagina Instagram del noto sito (Via WebSource)

Come abbiamo anticipato tra una polemica e l’altra il National Center on Sexual Exploitation ha sollevato un enorme polverone che si al punto da spingere lo scorso giugno alle dimissioni il CEO Feras Antoon e del COO David Tassillo. In rete infatti si legge un commento del portavoce dell’organizzazione estremista cristiana che afferma: “Instagram sta scegliendo coraggiosamente di smettere di collaborare con Pornhub, ed è tempo che tutte le aziende seguano il suo esempio“. Sul suo account Instagram, Pornhub non ha mai condiviso video e immagini pornografiche, pertanto non è chiaro il motivo reale per il quale il suo account è stato bloccato.

Stando alle prime indiscrezioni sembra proprio che un tribunale federale americano stia portando avanti una questione legale legata a una querela che accuserebbe MindGeek della presunta distribuzione di materiale pedopornografico. Proprio per questo motivo sembra proprio che Instagram abbia voluto prendere le distanze non ospitando più il sito dell’azienda che comunque continua a essere presente su altre piattaforme come Twitter e YouTube. Inoltre su entrambi i siti l’account di Pornhub non condivide contenuti sessualmente espliciti.