Bollette luce e gas, mazzata senza precedenti: questa davvero non ci voleva

Bollette luce e gas, mazzata senza precedenti: questa davvero non ci voleva. Gli italiani saranno costretti a tirare ancora la cinghia

Il prossimo autunno vedrà nuovi aumenti per i prezzi dell’energia, arrivando a toccare dei numeri davvero da record. Le materie prime e lo scenario geopolitico internazionale sono alle base delle cause.

Bollette luce e gas
Bollette luce e gas (AnsaFoto)

Ci risiamo. Passata l’estate ora si va incontro ad un autunno che può rappresentare un vero salasso per le tasche dei cittadini italiani. Il tema è sempre lo stesso, ovvero il caro bollette. L’energia ha raggiunto picchi stratosferici e con il ritorno del freddo anche la varabile gas sarà da tenere in forte considerazione. Il costo delle materie prime e la situazione geopolitica internazionale (cristi russo-ucraina) non lasciano speranze di ritorno alla normalità. Un’immagine preoccupante che fotografa una realtà difficile da digerire. Ora prepariamoci a fare i conti con rincari che saranno ancora sostanziosi.

Già in questi primi 9 mesi del 2022 le stime parlano di un più 50% rispetto al 2021 per i costi della luce e di un più 65% rispetto ai prezzi dello scorso anno per il consumo di gas naturale.

Bollette luce e gas, mazzata senza precedenti: in arrivo nuovi rincari in autunno

Bollette luce e gas
Bollette luce e gas (AnsaFoto)

Gli analisti parlano di rialzi imminenti, con un +15/20% sui costi delle forniture energetiche. Andando a vedere materialmente di quanto si tratta potremmo quantificare in 1000 euro di incremento rispetto allo scorso inverno. Ovviamente il tutto è anche più grave per quanto concerne le partite IVA e le attività commerciali, ancor più nell’occhio del ciclone.

Lo Stato dovrà fare la sua parte, dopo lo stanziamento di 15 miliardi per contrastare i rincari. Dopo le elezioni del 25 settembre, il prossimo governo sarà chiamato ad un nuovo stanziamento per aiutare soprattutto le classi meno agiate. Arrivare alla fine del mese sta diventando un’impresa per moltissime famiglie.

Per questo si sta parlando anche di eventuali tetti massimi sui costi di luce e gas, per calmierare la spesa. A proposito di questo tema, però, non arrivano per ora conferme. Di certo servirà un investimento dell’Esecutivo più alto di quello stanziato fino a questo momento. Il tutto in attesa che la guerra possa cessare, così come l’embargo del gas o la ricerca di nuove soluzioni di approvvigionamento.