Duro attacco a Gerry Scotti: “Non è capace”. Il collega lo mette in guardia

Un collega di Gerry Scotti ha utilizzato parole non proprio idilliache nei confronti dello storico conduttore televisivo di Mediaset

Se c’è un conduttore televisivo che sintetizza la cordialità, la simpatia e la professionalità da parecchi anni, questi è sicuramente Gerry Scotti. Ovvero uno dei volti storici dei programmi di Mediaset.

scotti
Gerry Scotti (screen Canale 5)

Il conduttore nato a Pavia è un punto di riferimento. In particolare come uomo di punta dei quiz show di Canale 5. Non a caso in carriera è stato presentatore di programmi di grande successo, del calibro di Passaparola, Chi vuol essere milionario e Il Quizzone.

Gerry Scotti però ha sempre sperato in un nuovo ruolo all’interno del palinsesto di Mediaset. Ovvero la conduzione di un tipo diverso di programmi, più dedicati alla divulgazione e meno all’intrattenimento. La conferma di questo suo desiderio è giunta dalla voce di un esimio collega.

Alessandro Cecchi Paone avverte Gerry Scotti: “Non è specializzato su certi argomenti”

L’intenzione di Gerry Scotti è stata svelata in realtà da un lettore di Nuovo TV, la rivista che parla di gossip e spettacolo. Una parte del settimanale è dedicata alla posta dei lettori, che possono scrivere ad Alessandro Cecchi Paone, noto conduttore televisivo.

Il suddetto utente ha scritto così riguardo alla volontà di Scotti di lasciare i quiz e spostarsi verso qualcosa di più culturale: “Gerry Scotti si è detto stanco dei quiz, affermando di voler fare un programma di divulgazione scientifica. Spero non lo faccia sul serio, ha già provato l’attore Cesare Bocci a condurre un programma di divulgazione scientifica e le cose non sono andate proprio bene. Spero che quel giorno non arrivi mai”.

cecchi paone
Alessandro Cecchi Paone (Instagram)

Cecchi Paone ha risposto alla considerazione forte del lettore in maniera pacata, ma non dando torto a quest’ultimo: Sono anni che Gerry propone questo cambio di rotta. Il problema è che lui non è specializzato su questi argomenti scientifici, il rischio è di non riuscire ad andare in profondità”.

Dunque il noto conduttore e divulgatore afferma di non essere così concorde sull’affidare a personaggi televisivi, come Gerry Scotti, temi intensi ed approfonditi senza una preparazione specifica. Intanto per il momento lo zio Gerry proseguirà con i suoi classici progetti di intrattenimento, da Caduta Libera a Tu si que vales.