Non ricaricate assolutamente lo smartphone di notte: cosa si rischia

Non ricaricate assolutamente lo smartphone di notte: cosa si rischia. Non tutti sapevano questa particolarità della nuova generazione di telefoni

In molti hanno questo tipo di abitudine, magari anche tenendolo sul comodino vicino al letto. Gli esperti dichiarano di evitare assolutamente questa procedura per rischi specifici.

Smartphone
Smartphone (AnsaFoto)

Alzi la mano chi tra voi ha l’usanza di caricare il proprio smartphone durante la notte. Considerando la carica media delle batterie di questa nuova generazione di telefoni, si arriva alla sera con la necessità di attaccare il cavo per tornare al 100% della capienza delle celle. Ora secondo gli ultimi studi questa è un’azione che andrebbe evitata a tutti i costi, proprio per non avere delle spiacevoli sorprese. L’approfondimento in materia di alcuni esperti sottolinea come è accuratamente consigliato non mettere il telefono vicino al letto e al cuscino mentre lo si sta caricando. 

Entrando nello specifico dei motivi per cui tale cosa è sconsigliata bisogna sottolineare come le batterie sono soggette a surriscaldamento durante l’irradiamento di energia. Come molti ricorderanno, alcuni anni fa la Samsung aveva avuto dei problemi addirittura di esplosione di batterie, proprio durante la fase di caricamento. Per questo venne consigliato, anche dopo le opportune modifiche, di posizionare il dispositivo in un posto arieggiato o comunque lontano da possibili conduttori e oggetti infiammabili.

Smartphone, evitare la ricarica notturna: il problema sono le batterie

Smartphone
Quando ricaricare gli smartphone (AnsaFoto)

Il problema quindi non è tanto evitare di caricare il telefono la notte quanto piuttosto lasciarlo incustodito con il cavo attaccato. Una scintilla o un surriscaldamento non potrebbe essere percepito tempestivamente, portando a gravi conseguenze, specie se vicino al nostro letto.

Il consiglio che gli esperti danno a riguardo è quello, ad esempio, è quello di mettere lo smartphone, attaccato alla presa di corrente, sul pavimento. Questo dovrebbe agevolare la fase di raffreddamento.

Il secondo consiglio è inerente all’attivazione di protezioni software, quelle che tecnicamente vengono definite ricariche ottimizzate, con le quali avere la certezza che lo smartphone si caricherà lentamente. Questo eviterà di stressare ulteriormente la batteria, rischiando ad esempio di usurarla più velocemente del solito. Tutti questi piccoli accorgimenti, che possono sembrare superflui ci consentono per prima cosa di non correre rischi e in seconda battuta di allungare la vita del nostro smartphone. In un momento del genere, considerando i prezzi, una cosa da non tralasciare.