Abusi sessuali su donne seguite col monopattino: un arresto a Milano

Secondo gli inquirenti, il ventunenne avrebbe agito sempre alla stessa maniera, seguendo le vittime "a bordo di un monopattino elettrico".

Lutto Sport
Ventunenne arrestato dalla polizia per violenza sessuale

Un ventunenne è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Milano per violenza sessuale nei confronti di quattro donne tra i diciannove e i trentatre anni. I fatti sarebbero accaduti tra maggio e giugno.

Il giovane è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip Roberto Crepaldi su richiesta del pm Pasquale Addesso. Ad incastrare il presunto violentatore, anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Secondo gli inquirenti, il ventunenne avrebbe agito sempre alla stessa maniera, seguendo le vittime “a bordo di un monopattino elettrico“, mentre uscivano a volte dalle palestre di zone centrali della città. Le avrebbe poi aggredite, anche mentre parlavano al telefono, costringendole a subire atti sessuali. Dopo sarebbe scappato, sempre alla guida del monopattino.

Il racconto di una delle quattro vittime

Io ero paralizzata nel corpo, ma per fortuna ho avuto la prontezza di urlare, non ho detto parole, ma urlavo, ad un certo punto si è sentito lo scatto di un portone. Appena il mio aggressore ha sentito il rumore mi ha lasciato a terra, si è alzato ed è corso verso il monopattino che ha preso ed è scappato”. Questo è uno dei racconti messi a verbale da una delle quattro vittime, una diciannovenne.

La giovane ha raccontato di essere stata aggredita alle spalle mentre era “concentrata sullo schermo” del telefono e di essere stata buttata “a terra, girata, con lui davanti a me”. Secondo la vittima, l’aggressore aveva l’accento “di Milano” ed era vestito con t-shirt e bermuda. Il monopattino era “quasi tutto nero con una striscia arancione fluo sul davanti”.