Elezioni, la foto di Salvini pone fine alle polemiche: “Uniti si vince”

Le intenzioni dei due leader sul tema immigrazione non piacciono a Enrico Letta, che definisce le loro proposte "a vanvera". 

Matteo Salvini, Giorgia Meloni - Foto di Facebook
Matteo Salvini, Giorgia Meloni – Foto di Facebook

Lasciamo alla sinistra divisioni, rabbia e polemiche. Uniti si vince”. Così su Facebook il leader della Lega Matteo Salvini pone fine ai rumors che voleva il centrodestra diviso e in competizione nella corsa al voto.

L’ex ministro dell’Interno e la leader di Fratelli d’Italia si trovano entrambi a Messina, in occasione di due comizi elettorali separati, durante i quali hanno affrontato il tema dei migranti e del blocco navale.

La migliore risposta alle invenzioni della sinistra su presunte divisioni”, è il commento di Giorgia Meloni attraverso il suo account ufficiale. I due leader del centrodestra si sono incontrati al locale circolo del tennis, dove hanno scattato una foto insieme che li ritrae sorridenti con il mare siciliano sullo sfondo.

Insieme con loro, erano presenti anche i candidati dei due partiti alle elezioni politiche e regionali. Le strategie sull’immigrazione stanno creando spaccature interne al centrodestra, mentre proseguono gli sbarchi a Lampedusa e l’hotspot è stracolmo, con 1.600 ospiti.

Migranti, centrodestra diviso: Salvini vuole il ripristino dei decreti sicurezza, Meloni il blocco navale

Meloni punta al blocco navale “per difendere i confini”, mentre Salvini intende ripristinare i decreti sicurezza nel primo Consiglio dei ministri dopo il voto. “Non occorrono blocchi”, ha affermato questa mattina il capo del Carroccio,basta semplicemente riattivare i decreti sicurezza”. 

Letta: “Proposte a vanvera”

Le intenzioni dei due leader non piacciono a Enrico Letta, che definisce le loro proposte “a vanvera”. 

Durante il tour siciliano, dopo il faccia a faccia con Giorgia Meloni, da Comiso Salvini afferma: “Perché dovrei oppormi a un incarico a Giorgia Meloni? È la democrazia. Con umiltà e scaramanzia, credo che la partita non sia chiusa. Non abbiamo ancora vinto niente: chi vince e prende un voto in più degli altri, deve avere l’onore e l’onere di governare questo Paese. Se sarò io, sarà per me un’emozione”. Con Meloni “ci siamo abbracciati, sorridendo e pensando a quanto è bello un centrodestra unito e a quanto sono litigiosi gli altri”.