Isola dei Famosi, ricovero in ospedale per uno dei volti più amati del reality: le sue condizioni

Isola dei Famosi, ricovero in ospedale per uno dei volti più amati del reality: le sue condizioni. La notizia ha preoccupato tutti i fan

Alcuni problemi di salute hanno costretto Francesco Facchinetti alle cure in ospedale. Proprio da lì ne ha approfittato per fare una profonda considerazione sui social.

Isola dei Famosi
Ilary Blasi all’Isola dei Famosi (Facebook)

Nella storia dell’Isola dei Famosi uno dei personaggi da più amati è sicuramente stato Francesco Facchinetti. Il figlio del grande Roby ha partecipato come inviato alla seconda edizione, nel 2006, quando alla guida del reality c’era Simona Ventura. Addirittura ha raccontato qualche tempo fa di essere addirittura finito in manette in Honduras, scambiato per “un killer“. Ora il musicista, produttore e presentatore è tornato alle luci della ribalta per una serie di stories su Instagram, in cui affronta argomenti piuttosto delicati. Niente a che vedere con siparietti in stile McGregor (la rissa a Roma in albergo) o gossip da reality. Questa volta si parla di medici, ospedali e politici. I suoi fan più attenti si saranno accorti che da qualche giorno era scomparso si social, destando qualche sospetto. A svelare il semplice arcano ci ha pensato lui stesso, ricomparendo su IG in queste ore e confessando di essere in ospedale.

Francesco Facchinetti ricoverato in ospedale: il suo discorso fa riflettere tutti

Francesco Facchinetti
Francesco Facchinetti (AnsaFoto)

Un ricovero dovuto ad un malessere non meglio specificato da Facchinetti, che ha tenuto però a rassicurare tutti. Il punto del suo discorso su Instagram non è però incentrato sulle proprie condizioni fisiche ma su un argomento pubblico di una certa rilevanza.

Ho controllato quanto guadagna un medico in Italia, in media 1700 euro” ha detto l’ex Dj Francesco, parlando del divario economico esistente con ad esempio i politici.Compariamo questa cifra non chi non salva le nostre vite ma le complica. Deputati e senatori mediamente guadagnano 14mila al mese! Ai posteri l’ardua sentenza“. Un ragionamento che potrebbe suonare populistico ma che in realtà tocca un nervo scoperto della realtà italiana. Tra l’altro se paragonato agli altri paesi mondiali, il nostro è quello che in percentuale corrisponde un emolumento più alto ai propri rappresentanti in parlamento. Una grande anomalia se pensiamo appunto ai contributi elargiti a figure insostituibili come i medici e gli operatori del settore sanitario.