Sabato sera di terrore a Napoli: un uomo entra in una pizzeria brandendo una pistola, con l’obiettivo di sottrarre l’incasso della serata. Per intimorire i gestori prima spara un colpo in aria, poi punta l’arma contro il titolare. Fino a che non riceve tutti i soldi dell’incasso e scappa via, atteso da un complice sul motorino all’esterno del locale. I fatti risalgono a sabato 13 agosto e si sono consumati a Pianura, quartiere della periferia Ovest della città. Al momento della rapina, nella pizzeria erano presenti numerosi clienti, compreso un bambino.

Tutto si è consumato in breve tempo, circa un minuto. La scena è stata ripresa per intero dalle telecamere di video-sorveglianza del locale. Il criminale, sottratto l’incasso, si è dato alla fuga assieme al complice dopo aver terrorizzato clienti e lavoratori. Non è il primo episodio del genere a Pianura, quartiere che negli ultimi mesi è interessato da una recrudescenza della criminalità e delle lotte intestine ai clan di camorra. I cittadini chiedono da tempo maggiore sicurezza, ma di fatto la zona continua a restare in balia dei delinquenti. Le rapine ai danni degli esercizi commerciali sono pressoché all’ordine del giorno.

Rapina in pizzeria, Borrelli: “Interi pezzi di città nel pieno controllo dei criminali”

In giornata giunge il commento del consigliere regionale campano Francesco Emilio Borrelli, che ha diffuso pubblicamente il video: “Interi pezzi di città sono ormai nel pieno controllo della criminalità, i malviventi la fanno da padrone e commettono le loro scorribande in qualsiasi momento della giornata. I cittadini non si sentono più al sicuro e sono ormai esasperati, poiché da troppo tempo costretti a subire i soprusi di questi vigliacchi che a volto coperto, armi in pugno, distruggono il lavoro e i sacrifici di tantissime persone che ogni giorno con fatica portano avanti la propria attività”, conclude il consigliere regionale.